Benelux, buone opportunità per il bio made in Italy. Come coglierle?

Nel Benelux, come emerge dall’analisi Nomisma presentata durante il recente webinar organizzato da ITA.BIO,  non mancano le opportunità per le aziende del biologico italiane. Ma come coglierle? Un grande supporto è quello offerto dalla sede ICE di Bruxelles, competente per l’area.

Piano d’Azione Nazionale, un preoccupante compitino

Il settore biologico ha salutato con soddisfazione la pubblicazione, a fine 2023, del Piano d’Azione Nazionale 2024-26 ad esso dedicato ed il riparto dei fondi che per il 2024 vede impegnata una somma superiore a 6,7 milioni di euro. Il

Arriva EquiPlanet, innovativo standard di sostenibilità

Arriva EquiPlanet, innovativo standard di sostenibilità per le imprese agroalimentari messo a punto da Valoritalia e Santa Chiara Next per rispondere all’esigenza delle imprese dell’agrifood di ottenere una certificazione di sostenibilità in linea con l’agenda ONU 2030. EquiPlanet è stato

Calabrese, Probios: “Il biologico deve guardare oltre” 

Probios vuole andare oltre il concetto del biologico, aggiungendo un focus ancora più spinto sul benessere e sposando le tendenze alimentari più in voga, in particolare quella dell’alto contenuto proteico. Non a caso ha presentato a Biofach 4 nuove referenze

Fileni – Bio in ripresa a partire da Germania e Nord Europa

L’export è un mercato fondamentale per il pollo biologico a marchio Fileni e anche per questo l’azienda era presente quest’anno a Biofach. “Veniamo da un anno molto positivo – spiega Andrea Pascucci, export manager di Fileni – per quanto riguarda

Eberhöfer, VIP: “Guardiamo al 2024 con ottimismo”

Un momento importante per confrontarsi e fare networking con gli operatori di tutti i comparti del bio e allargare l’orizzonte rispetto alla sola ortofrutta. Così il product manager bio di VIP Gerhard Eberhöfer vive Biofach. Lo abbiamo intervistato a conclusione

Sicilia, l’emergenza siccità impone scelte estreme anche per il bio

La siccità in Sicilia impone scelte d’emergenza. Anche nel biologico. Alla declaratoria di calamità naturale approvata nei giorni scorsi dal governo regionale, si aggiungono un paio di provvedimenti amministrativi che vengono incontro alle difficoltà degli agricoltori e degli allevatori biologici.

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ