Fileni, l’amaro in bocca per un settore latitante

Che cosa ci ha lasciato il caso Report-Fileni? A me, personalmente, l’amaro in bocca. Report  ha fatto il suo mestiere, ha fatto notizia, senza andare troppo per il sottile, ha fatto anche confusione, alzando un polverone oltre il quale è stato difficile capire

Richiesta di mele biologiche in Cina ed Estremo Oriente

L’Estremo Oriente è diventato la nuova sfida dell’export italiano di ortofrutta. La persistente chiusura della Russia, con 5 lunghi anni di blocco, ha imballato il mercato europeo rendendo tutto più difficile. Il resto lo fanno i nuovi competitor, a partire dalla

Gli italiani non vogliono gli immigrati? Ma mangiano esotico

Nell’immaginario degli italiani il cibo è convivialità, relazione, passione, ma sempre più anche fonte di salute e benessere. Se, infatti, da un lato si accorcia il tempo dedicato dagli italiani a cucinare e a mangiare, si dilata la consapevolezza del

La lobby che non piace a Federbio

L’editoriale del 30 agosto (Due lobby che si scontrano) ha sollevato molteplici reazioni, critiche ed è stato oggetto di dietrologie. E’ stato anche letto da molti. L’editoriale commentava l’uscita del Consorzio il Biologico di Bologna dalla Federazione di settore, FederBio,

Editoriale. Due lobby che si scontrano

L’uscita del Consorzio il Biologico di Bologna, società collegata all’organismo di certificazione CCPB, dalla Federazione di settore FederBio, è sfociata oggi, con l’intervento del presidente di FederBio Paolo Carnemolla, in una polemica aspra oltre ogni aspettativa e che fa presagire

Solo il bio può salvare Expo dalla banalità

Giuseppe Sala, commissario straordinario per Expo 2015, ha avuto il buon gusto e l’accortezza di essere presente all’inaugurazione del Parco della Biodiversità a Expo 2015. Si è seduto al fianco di Vandana Shiva, la leader più popolare oggi del movimento

Il bio italiano accelera la sua marcia

Il processo di concentrazione produttiva e commerciale e quindi il rafforzamento ulteriore delle realtà principali del settore biologico italiano sono fenomeni sempre più evidenti e sempre più accelerati. I protagonisti sono quattro, cinque, non ne vediamo di più. Si possono

La corruzione che uccide la sostenibilità

Sostenibilità è oggi una parola d’ordine, spesso abusata, anche se contiene il nocciolo del cambiamento necessario. Si ripete che la sostenibilità poggia su tre gambe: ambiente, economia, società. Dobbiamo aggiungerne un’altra, almeno nel nostro Paese, perché altrimenti ci pigliamo in

Tutti a Biofach. C’è crescita ma attenti agli OGM

Anche quest’anno, GreenPlanet è presente al Biofach di Norimberga. Una presenza attiva la nostra, fatta di incontri, interviste, video con l’obiettivo di mettere nella giusta evidenza, in particolare, il biologico italiano, con i suoi protagonisti, le sue aziende.   Il

Margherita Hack e la negazione del biologico

Nel bel libro ‘La Terra che nutre’, pubblicato da Giunti in occasione dei 25 anni del consorzio il Biologico, compaiono 22 contributi di altrettanti eminenti personaggi sul tema della sostenibilità e dell’agricoltura biologica (m’immagino che i contributi dovessero essere proprio

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ