Venerdì a Bari la giornata dell’alimentazione

iamb%20giornata%20mondiale%20alimentazione%202012.jpg

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

La Giornata Mondiale dell’Alimentazione, che ha quest’anno come tema Le cooperative agricole nutrono il mondo, sarà celebrata all’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari della rete euro-mediterranea Ciheam, venerdì 19 ottobre 2012, con inizio alle ore 10, con la manifestazione dal titolo Cooperazione e sostenibilità per nutrire il mondo.

Esperti ed operatori dello sviluppo, autorità politiche, scientifiche ed accademiche regionali, nazionali ed internazionali discuteranno di cooperazione internazionale e delle opportunità offerte ai Paesi terzi di accrescere la competitività in ambito agricolo e di promuovere la gestione sostenibile delle risorse naturali attraverso la formazione e l’assistenza tecnica.

Nell’edizione di quest’anno, inoltre, si darà testimonianza del progetto Feeding Knowledge, finanziato da Expo 2015 e che sarà implementato dall’IAM di Bari in collaborazione con il Politecnico di Milano.

Il programma della manifestazione prevede, tra gli altri, gli interventi di Cosimo Lacirignola, direttore dell’Iamb, Nadir Mohamed Aziza, direttore generale della Fondazione Osservatorio del Mediterraneo, Nazem El Khoury, Ministro libanese dell’Ambiente, Ndoc Fasllia, Vice Ministro albanese dell’Agricoltura, Cristina Tajani, Assessore alle Politiche per il lavoro, Sviluppo economico, Università e Ricerca del Comune di Milano, Simone Ievolella, del Ministero italiano degli Affari Esteri, Alice Perlini, Direzione Affari Internazionali EXPO 2015, Susanna Sancassieri, del Politecnico di Milano.

Il meeting è organizzato dall’Iamb in collaborazione con la Fondazione Osservatorio del Mediterraneo e con il patrocinio del Ministero italiano degli Affari Esteri – Cooperazione italiana allo sviluppo.

A latere dell’evento vi sarà la cerimonia di consegna dei diplomi di Master of Science, anno accademico 2011/2012, ai 33 giovani laureati, provenienti da Albania, Algeria Egitto, Eritrea, Giappone, Giordania, Iraq, Kossovo, Libano, Marocco, Polonia, Siria, Tunisia, Turchia, che hanno frequentato, con successo, i corsi in gestione del suolo e delle risorse idriche, protezione integrata delle colture frutticole mediterranee e agricoltura biologica mediterranea.

 

Seguici sui social








Notizie da GreenPlanet

news correlate

Carni fresche bio: il quadro di Salvo Garipoli

Si è tenuto giovedì scorso, in diretta dalla splendida cornice dell’Azienda Agricola Valentina Cubi in Valpolicella, il webinar – organizzato da GreenPlanet, in collaborazione con l’agenzia

Con B/Open si parla di Bio e GDO

La Grande Distribuzione Organizzata al centro di un doppio appuntamento di approfondimento organizzato da Veronafiere, con focus di Vinitaly dedicato al mercato del vino e

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ