COMAGRI approva il Piano d’azione europeo per il bio

UE

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

La scorsa settimana Commissione UE per l’agricoltura e lo sviluppo rurale (COMAGRI) ha adottato con 45 voti favorevoli, nessun contrario e nessuna astensione una bozza di risoluzione su un Piano d’azione europeo per l’agricoltura biologica. Il prossimo passo è il voto alla plenaria del Parlamento, probabilmente durante la sessione di maggio.

La risoluzione chiede:
– incentivi e innovazioni per promuovere l’agricoltura biologica in UE
– sostegno agli Stati membri e agli agricoltori

Inoltre, la relazione sottolinea che la quota di terreni agricoli in agricoltura biologica varia notevolmente tra i Paesi produttori e che pertanto qualsiasi legislazione sull’agricoltura bio deve essere flessibile.

Nel testo si chiede anche un sostegno diretto sufficiente per gli agricoltori in ragione del fatto che la produzione biologica spesso comporta costi di produzione più elevati. Secondo la risoluzione, infatti, il fondo della Politica Agricola Comune dovrebbe creare incentivi per incoraggiare gli agricoltori a convertirsi e mantenere pratiche di agricoltura bio.

La Commissione per l’agricoltura sottolinea che lo sviluppo e la crescita del settore biologico devono essere guidati dal mercato e accompagnati da sviluppi olistici della catena di approvvigionamento e misure politiche per stimolare l’offerta e la domanda di alimenti biologici, invitando pertanto la Commissione europea a individuare strumenti che consentano agli Stati membri di incoraggiare le catene di vendita al dettaglio a promuovere il consumo biologico.

Per prevenire le frodi e la proliferazione di diverse certificazioni private, la Commissione agricoltura ha anche affermato che dovrebbe essere istituito un sistema europeo armonizzato per la certificazione dei fattori produttivi per l’agricoltura biologica.

Nella parte della relazione dedicata alla fertilità del suolo, i deputati incoraggiano un approccio scientifico e innovazioni su nuove fonti di nutrienti vegetali, oltre a semplificare le procedure di autorizzazione per prodotti fitosanitari alternativi.

Infine, secondo la risoluzione approvata da COMAGRI, la Commissione UE dovrebbe  garantire lo stanziamento di risorse finanziarie sufficienti per la ricerca sulle sementi biologiche, poichè le innovazioni scientifiche nel miglioramento genetico delle piante possono migliorare la resistenza delle varietà, promuovere la diversità delle risorse genetiche e rafforzare i sistemi di produzione alimentare.

Il commento di FederBio

FederBio esprime soddisfazione per l’approvazione all’unanimità della proposta di risoluzione sul piano d’azione dell’UE. Il documento sostiene “l’obiettivo della strategia Farm to Fork di portare al 25% la superficie agricola dell’Ue ad agricoltura biologica entro il 2030 attraverso lo sviluppo della domanda e dell’offerta”.

Maria Grazia Mammuccini, presidente FederBio (nella foto), ha commentato: “È fondamentale che in una fase di crisi come quella attuale, l’Europa continui a spingere per la transizione al biologico dei sistemi agricoli e alimentari europei. Ed è altrettanto importante che subito dopo l’approvazione della legge sul bio abbiano preso avvio i lavori del Tavolo tecnico compartecipato che, in coerenza con il Piano d’Azione europeo, si dovrà muovere in tempi rapidi per la definizione del Piano di azione nazionale (vedi news). Crediamo che oggi sia ancora più importante che le associazioni del bio, che si sono mosse in modo unitario cogliendo l’obiettivo dell’approvazione della Legge lo scorso 2 marzo, possano partecipare attivamente ai lavori, in collaborazione con le associazioni ambientaliste e le organizzazioni agricole, fornendo contributi indispensabili per la definizione di un Piano nazionale in grado di rispondere alle complesse sfide ambientali, sociali e climatiche che ci aspettano nel prossimo futuro”.

Fonte: Agra Press – Ufficio stampa FederBio

Seguici sui social




Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ