A San Megale l’olio bio è una tradizione tramandata di padre in figlio

olio bio Basilicata

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Di Coratina, la cultivar ricca di polifenoli, è ricchissima l’azienda agricola San Megale di Nova Siri, nell’area sud della Basilicata, produttrice di olio biologico dall’inconfondibile sapore piccante e fruttato. “La produzione media annuale è di 1.000 quintali di olive“. A parlare è Domenico Cassetta, titolare dell’azienda olivicola, nata nel 1921 che per generazioni si è tramandata di padre in figlio, di figlio in nipote.

“L’Azienda Agricola San Megale usa i più sofisticati e tecnologici metodi di raccolta. La raccolta delle olive è la fase più critica per l’ottenimento di un buon olio”. Ha sintetizzato la direzione. “In passato questa veniva eseguita esclusivamente a mano – brucatura – mentre oggi, grazie alle nuove tecnologie, è stata totalmente meccanizzata, facendo in modo che l’oliva non tocchi mai terra, ottenendo un considerevole risparmio di tempo dalla raccolta alla spremitura ed una migliore qualità dell’olio”.

Per esaltarne gusto e qualità, l’offerta di olio bio alla San Megale non poteva che fregiarsi di Trionfo, il premier di casa. Ecco come viene realizzato e come si compone il suo packaging. “L’olio Trionfo è ottenuto da una estrazione a freddo, per pressione, che consente la separazione della pasta nelle sue tre componenti: l’olio, la sansa, e la parte acquosa, detta acqua di vegetazione. L’estrazione si effettua con presse idrauliche e per successiva centrifugazione e decantazione”.

Nell’etica aziendale il packaging riveste un ruolo fondamentale come barriera protettiva nei confronti di luce ed ossigeno e quindi come mezzo per preservare le caratteristiche qualitative dell’olio. L’utilizzo di bottiglie in vetro scuro, verde, rappresenta un efficace mezzo di protezione dalla foto-ossidazione cui l’olio extra vergine di oliva può essere soggetto durante l’esposizione negli ambienti di commercializzazione del prodotto o durante l’utilizzo domestico. Particolare attenzione merita anche il tipo di chiusura applicato sulla bottiglia che, oltre a garantire la chiusura ermetica, protegge la confezione dal rischio di gocciolamento ed è anti rabbocco, cioè una volta finito il contenuto della confezione, in essa non può più essere rabboccato altro olio. Tutto questo per tutelare al massimo i consumatori”.

Maria Ida Settembrino

Seguici sui social




Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ