Olanda, il settore chiede l’abolizione dell’IVA sul bio

Iva olanda

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Abolire l’IVA – attualmente al 9% – sui prodotti biologici per aumentare la domanda dei consumatori e lanciare un’importante campagna pubblicitaria sul significato e sui valori dell’agricoltura biologica. Sono due proposte di un piano in 10 punti che il settore biologico nei Paesi Bassi vuole presentare al ministro dell’Agricoltura Schouten a settembre.

Una strategia messa a punto dall’intero settore dopo che una ricerca di mercato condotta da IRI ha dimostrato che i prodotti biologici nel Paese rappresentano solo il 3,21% degli oltre 40 miliardi di euro spesi nei supermercati l’anno scorso. Si tratta di una cifra appena superiore al 3,19% della quota di mercato dei prodotti biologici nel 2018.

“In questo modo non raggiungeremo l’obiettivo europeo. Entro il 2030 dobbiamo avere una quota di mercato media del 25%. Sono assolutamente necessari ulteriori sforzi”, ha riferito ad un giornale locale Michael Wilde, direttore dell’associazione di categoria Bionext. “Per un sistema agricolo sano, equo e sostenibile, abbiamo bisogno di una politica forte, incentrata sia sul consumo che sulla produzione. Proprio per questo chiediamo quindi ai politici di creare una sorta di task force con noi”.

Seguici sui social







Notizie da GreenPlanet

news correlate

Francia, tonfo nelle vendite di uova bio

Crolla Oltralpe la domanda di uova biologiche.  Una situazione grave, che sta mettendo in difficoltà l’intera filiera, con produttori che minacciano di declassare la propria

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ