L’Italia del bio inaugura l’Era della transizione agroecologica

Assobio

Condividi su:

Facebook
Twitter
LinkedIn

L’approvazione del disegno di legge n. 988 giunge in un momento strategico e consente anche all’Italia di allinearsi alle politiche UE che, con il Green Deal, la strategia Farm to Fork e il Piano d’azione Europeo per il biologico, puntano a una crescita consistente del settore. Grazie alla legge sarà possibile utilizzare le risorse economiche per il sostegno all’agricoltura, la promozione dei prodotti alimentari e la ricerca che l’Unione europea ha espressamente vincolato all’agricoltura biologica e biodinamica.

Dopo 15 anni e 3 legislature è passata una norma fondamentale, tanto attesa dal settore.

Il nostro Paese ha un primato nel biologico conquistato grazie all’impegno di tanti agricoltori e di operatori della filiera che hanno creduto nella scommessa di conciliare il legittimo interesse d’impresa con il bene pubblico della difesa del suolo, della biodiversità e della salute dei cittadini. Oggi questo impegno viene finalmente riconosciuto.

Il giorno 10 maggio 2022, nell’ambito delle iniziative “Aspettando Rivoluzione Bio“, Assobio, Federbio, AIAB e l’Associazione per l’agricoltura Biodinamica, celebreranno insieme questo importante traguardo.

Di fronte agli sconvolgimenti dei mercati alimentari globali, che rimettono al centro la necessità di produrre in maniera sana e pulita il cibo che ci serve, è il momento di avviare finalmente la transizione agroecologica.

Iscriviti all’evento
Fonte: Ufficio stampa Assobio

Seguici sui social




Notizie da GreenPlanet

news correlate

A Roma l’Assemblea elettiva di Anabio-CIA

“Meglio il bio. Il ruolo dell’agricoltura biologica nell’economia e nella società”, è questo lo slogan della III Assemblea elettiva di Anabio, l’associazione dedicata di CIA-Agricoltori

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ