Francia, preoccupazione per il calo della domanda di Bio

UOVA FRANCIA

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Secondo l’associazione Initiative Bio Bretagne, dall’inizio dell’anno l’intero settore biologico in Francia sta registrando un calo dei consumi nei supermercati e nei negozi di medie dimensioni. I più colpiti: i produttori di uova biologiche (vedi news). E il timore è che gli agricoltori biologici tornino all’agricoltura convenzionale. L’allarme è stato lanciato direttamente dal presidente dell’associazione, Denis Paturel in un’intervista alla testata d’Oltralpe Ouest France.

“L’agricoltura biologica è popolare tra i cittadini. Abbiamo avuto una crescita a doppia cifra abbastanza eccezionale per alcuni anni soprattutto durante il lockdown.  Oggi però registriamo una sovrapproduzione di uova e latte; la domanda è in calo e questo ci preoccupa. C’è disaffezione dei consumatori nei confronti del biologico”.

Alla domanda relativa al surplus di prezzo del biologico quale potenziale freno, Paturel risponde: “Se il prezzo è un freno, bisognerà trovare delle soluzioni. Una delle leve può essere la riduzione dell’IVA. Il calo dei consumi provocherà riconversioni: gli agricoltori biologici potrebbero fare marcia indietro per motivi economici. Oggi gli allevatori bio vengono reindirizzati verso altri metodi di produzione e/o allevamento”.

E su questo punto il presidente dell’associazione precisa: “Sarebbe l’inizio della fine per il settore bio. Oggi molte aziende agricole si stanno prendendo una pausa dallo sviluppo nel bio; è un passo necessario per verificare la reazione del mercato. Spero si tratti solo di una pausa”.

In particolare, secondo Initiative Bio Bretagne, per la frutta e verdura biologica, il problema è nella concorrenza sui prezzi dei prodotti biologici spagnoli. Stesso discorso per le carni biologiche, che sarebbero diminuite del 9% in volume, nella prima metà del 2021.

Seguici sui social

 






Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ