Crescono le prospettive di occupazione

forest%20skill_0.jpg

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

L’Istituto IPR Marketing ha condotto un sondaggio sul turismo sostenibile rivolgendosi a un campione di mille persone.

Dai dati emerge che il 56% degli intervistati è disposto a pagare qualcosa in più se c’è garanzia di vacanze che rispettino l’ambiente, il 65% utilizza Internet per avere informazioni sull’attenzione che le strutture prescelte rivolgono all’ambiente e il 65% ritiene infine che nei prossimi 10 anni crescerà la sensibilità sia per l’ecoturismo sia per il turismo sostenibile.

In Italia esistono 347 strutture che rispettano i parametri previsti per l’ecoturismo. Quanto alla tipologia di alloggi preferiti per soggiorni turistici eco-friendly spiccano alberghi con criteri, servizi e prodotti eco, seguiti a ruota da case in affitto, b&b e agriturismi.

L’ISFOL ha invece condotto una ricerca che evidenzia un incremento del tasso di occupazione del 14,5% nel turismo di interesse ambientale. In Italia, dove 30 giovani su 100 sono senza occupazione, il settore ambientale può rappresentare una preziosa opportunità.

In questa direzione si inserisce il concorso ‘Forest Skill’ ideato da Fondazione Italiana Accenture e Fondazione Collegio delle Università Milanesi, in partnership con FederlegnoArredo e Fondazione Univerde. Il concorso punta a generare nuove opportunità di lavoro per i giovani attraverso l’uso intelligente del patrimonio boschivo italiano, così da promuovere al tempo stesso lo sviluppo e la valorizzazione di know-how e nuove competenze nel settore green.

Il progetto consiste in una ‘Call For Solution’, ovvero raccogliere idee per soluzioni di utilizzo ‘intelligente’ del patrimonio boschivo, lanciata attraverso www.ideatre60.it. La partecipazione è aperta a ricercatori, dottorandi e studenti iscritti alle Università Italiane negli anni accademici 2009-2010 e/o 2010-2011 a corsi di laurea triennale, laurea specialistica o a ciclo unico. Le proposte dovranno tenere conto di due aspetti: promuovere lo sviluppo e la valorizzazione di know-how e nuove competenze; rappresentare un punto di equilibrio sostenibile sul piano economico e ambientale.

©GreenPlanet.net – Riproduzione riservata



 

Seguici sui social






Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ