Biofach: fondamentale ma meno espositori

biofach1_0.png

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Con una trasparenza degna di nota, gli organizzatori di Biofach 2014 hanno riportato le statistiche degli espositori negli ultimi due anni e ciò che emerge è un calo significativo anche se non grave di presenze. Quest’anno gli espositori sono stati in totale 2.235 contro i 2.420 di due anni fa e i 2.396 dell’anno scorso

Dunque in due anni la fiera ha perso 185 espositori. Sono 122 le perdite di espositori esteri mentre le rimanenti 63 perdite riguardano espositori tedeschi.

Sono calate di un po’ le presenze di tutti i principali Paesi del bio mondiale, sono cresciute quelle dei Paesi dell’America Latina e di alcuni Paesi emergenti.

La presenza italiana, pur rimanendo importantissima, è calata di 36 unità in due anni, pari a circa il 10%. Cercando i motivi del calo sono emersi alcuni fattori: concentrazione delle aziende, con le più grandi, che inglobano le meno strutturate; presenza di rassegne minori in Germania, legate ai territori regionali; proliferazione di fiere nel mondo a partire dalle edizioni fuori dalla Germania dello stesso Biofach.

La fiera ha confermato, peraltro, la sua ottima organizzazione. E gli organizzatori hanno espresso ottimismo sul futuro: Biofach resta l’appuntamento da non mancare da parte di chi nel biologico ha una posizione da difendere e da valorizzare a livello internazionale.

©GreenPlanet.net

 

Seguici sui social






Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ