A Milano la Guida ai migliori oli biologici

premio%20biol%202013.jpg

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Una summa dell’olivicoltura internazionale, con schede dettagliate sui migliori oli biologici al mondo. In due parole, un prezioso vademecum per operatori, aziende e consumatori attenti alla qualità dei prodotti. E’ la nuova ‘Guida ai migliori oli extravergini di oliva biologici del mondo 2013’, l’unica nel settore, edita dal Premio Biol, il concorso-evento che ogni marzo si tiene ad Andria, in Puglia. La pubblicazione è stata presentata in anteprima al Tuttofood di Milano, in occasione delle premiazioni del Biol.

 

Patrocinata da Ministero delle Politiche agricole, Regione Puglia – Assessorato all’Agricoltura, Città di Andria, Ifoam, AgriBio Mediterraneo, CiBi, la tradizionale guida annuale del Biol, oltre a tutti i vincitori dell’ultima edizione – a cui hanno partecipato nella sola fase finale 350 oli da tutti i continenti -, comprende un capitolo introduttivo su come riconoscere l’olio (a partire dall’acidità), seguito dalla corposa sezione sui migliori extravergini bio dell’annata – quest’anno 174 oli – presentati per aree geografiche in singole schede.

Queste ultime offrono tipo di cultivar, il profilo aromatico con il peso delle componenti fruttato-amaro-piccante, i risultati dell’analisi sensoriale, foto del prodotto e tutti i riferimenti aziendali. Il quadro completo degli strumenti, dunque, per scegliere l’olio in base ai propri gusti. Tutti i dati sono frutto di un grande lavoro di raccolta e selezione delle giurie territoriali e della giuria internazionale del Biol (in tutto 10 panel con oltre 100 esperti assaggiatori) e di valutazioni della qualità – supportate da analisi chimiche e organolettiche – in base ai più elevati standard riconosciuti a livello internazionale. La Guida può essere richiesta scrivendo a info@premiobiol.it.

 

Seguici sui social








Notizie da GreenPlanet

news correlate

In diretta da B/Open

“A livello nazionale è indispensabile promuovere una catena incentivante per aumentare i consumi biologici”. È quanto ha dichiarato il sottosegretario al Mipaaf, Francesco Battistoni, intervenendo al convegno

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ