Rivoluzione green nel packaging Almaverde Bio grazie a Sormapeel

Almaverde Sormapeel1

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Pratico, ultraleggero e resistente, il nuovo packaging per l’ortofrutta Almaverde Bio, Sormapeel, è frutto della collaborazione con Sorma Group, nata in un’ottica di innovazione tecnologica per ottenere un prodotto che riduce la plastica, pur garantendo la visibilità del contenuto e la funzione protettiva dell’involucro.

Le componenti separabili, facilmente differenziabili grazie banda in carta “spellicolabile” che permette al consumatore di separare facilmente la plastica dalla carta, garantiscono la riciclabilità al 100% per continuare nel percorso di rivoluzione ‘green’ della cultura biologica, in cui al benessere del corpo e attenzione alla salute  si accompagna un percorso di ecosostenibilità  con la massima attenzione all’ambiente.

La componente in plastica di queste confezioni è mediamente inferiore di oltre il 50% rispetto a un imballaggio tradizionale. La composizione in monomateriale, infatti, o tutta in PE (Polietilene ad alta densità) o tutta in PP (polipropilene), rende ancora più semplice e immediato il recupero, questo perché la plastica non viene contagiata da adesivi o inchiostri i quali ne comprometterebbero la qualità del riciclato. La carta, invece, è totalmente riciclata attraverso i consueti processi produttivi riuscendo a donare una seconda vita al 100% della cellulosa presente nelle bande.

La sostenibilità aziendale e delle confezioni in cui sono venduti i prodotti segue un trend green e ricercato dai consumatori, sempre più interessati al tema ambientale. Secondo una ricerca condotta da Nielsen, infatti, quasi la metà (il 49%) dei consumatori italiani ha ridotto l’acquisto di prodotti confezionati con materiali non sostenibili e 9 acquirenti su 10 prediligono imballaggi facilmente riciclabili. Questo aspetto coinvolge sia i millennials che gli over 50, il 55% degli italiani intervistati di età compresa tra 19 e 29 anni ha dichiarato di essere passato a un altro brand nell’ultimo anno per motivi legati alle confezioni, tra cui l’uso eccessivo di materiali di imballaggio e la rispettiva sostenibilità. L’85% dei consumatori inoltre, afferma di fare la spesa orientandosi verso marche e prodotti rispettosi dell’ambiente, anche se ciò significa spendere un po’ di più. Per il 75% degli intervistati, infatti, è ammissibile pagare di più un prodotto solo perché è ambientalmente sostenibile, o perché lo è la sua confezione (73%).

Seguici sui social




Notizie da GreenPlanet

news correlate

Alce Nero, tornano le zuppe estive

In vista dell’estate, Alce Nero consiglia la linea di zuppe adatte anche alla stagione estiva, pronte da gustare, perfette per un pasto semplice e veloce.

Da Probios tre nuovi snack biologici

Probios, azienda leader nella distribuzione di prodotti biologici di Calenzano (FI) lancia tre nuovi snack: le Patatine all’olio extravergine di oliva con il 30% di

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ