Truffe bio, denunciati due imprenditori nel viterbese

fake bio

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Sono stati denunciati per frode in commercio e combustione illecita di rifiuti i due titolari di un’azienda di trasformazione e confezionamento di latte vaccino, yogurt e burro del viterbese. La truffa scoperta dai Carabinieri del Reparto Tutela Agroalimentare (RAC) di Roma, coadiuvati dalla Stazione Carabinieri di Monterosi, in provincia di Viterbo, nell’ambito di controlli nel settore lattiero caseario, sembra davvero incredibile per quanto banale nel suo meccanismo. I due acquistavano a basso prezzo latte vaccino convenzionale italiano o di provenienza estera, già confezionato in tetrapak per poi trasferirlo in bottiglie di vetro della loro azienda marchiandolo come “bio”.

Da quanto è emerso insieme alla nuova falsa certificazione venivano anche apposte immagini evocative e indicazioni fasulle riguardo la natura biologica e l’origine italiana del prodotto, oltre che applicato il logo di un ente certificatore.

Gli accertamenti hanno consentito di individuare un capannone privo di autorizzazione sanitaria, all’interno del quale venivano stoccati i prodotti lattiero caseari acquistati, le bottiglie ed i contenitori utilizzati per il compimento dell’attività illecita, un furgone sprovvisto di vano refrigeratore utilizzato per il trasporto e consegna della merce fraudolentemente riconfezionata ai punti vendita al dettaglio, nonché di documentare lo smaltimento illecito delle confezioni di tetrapack del latte acquistato, che venivano date alle fiamme in un terreno sul retro del deposito abusivo.

Durante le indagini, i militari dell’Arma hanno posto sotto sequestro oltre 25 kg di prodotti lattiero caseari, il capannone con all’interno 2 frigoriferi industriali ed il furgone, risultato sprovvisto anche di assicurazione e revisione.

Fonte: la-notizia.net

Seguici sui social




Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ