Parmigiano Reggiano bio grattugiato fresco di Parmareggio: una specialità tutta emiliana

L'Assaggio

Condividi su:

Facebook
Twitter
LinkedIn

Una specialità tutta italiana, o meglio, tutta emiliana, da portare in tavola oggi con l’attesa prova de L’Assaggio di GreenPlanet.

Si tratta del Parmigiano Reggiano bio grattugiato fresco, di Parmareggio. Prodotto dal Consorzio Granterre di Modena, sorto nel 1959, questo formaggio è al 100% naturale, delicatamente saporito, e dal gusto autentico.

Il Parmigiano Reggiano, classico formaggio italiano a pasta dura e granulosa, deve il nome alle due zone che lo producono: le provincie di Parma e di Reggio Emilia.

Particolare attenzione viene riservata alla scelta del foraggio, tutelato dalla garanzia del Consorzio per il controllo dei Prodotti Biologici. Le scelte di produzione di Parmareggio sono finalizzate al rispetto dell’autenticità delle materie prime. È naturalmente privo di lattosio e senza conservanti. Il parmigiano reggiano è un formaggio naturalmente ricco di calcio e proteine.

Parmareggio bio viene venduto grattugiato, nella pratica busta contenente 50 grammi di prodotto, da utilizzare con la massima praticità e direttamente sulle pietanze.

Gli ingredienti sono costituiti da latte biologico, sale e caglio.

1,50 € è il prezzo a cui è possibile acquistare questo prodotto nella GDO.

Questo prodotto, promosso in TV dai tre topolini mascotte del brand, merita un voto più che positivo: 4 su 5.

Dal caseificio Granterre di Modena, ecco il Parmareggio bio, il tradizionale ed inimitabile Parmigiano Reggiano, il grattugiato fresco pronto da servire a tavola.

Stefania Tessari

Seguici sui social

Notizie da GreenPlanet

news correlate

L’abbaglio dei carabinieri forestali

In relazione all’articolo “Biscotti dalla dicitura ingannevole, multa ad un noto marchio bio”, il nostro lettore Roberto Pinton ci invita a pubblicare una nota, che

Nella GDO la sfida da vincere

Avvio questa mia column su Greenplanet con l’intenzione di creare un piccolo spazio di riflessione, aperto al dialogo se qualche lettore lo vorrà. Partiamo da

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ