Nel Piacentino l’orgoglio dei vini naturali

sorgentedelvino%20naturale.jpg

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

L’Unione Europea, come abbiamo a suo tempo annunciato, ha approvato il disciplinare di produzione del vino biologico.

A breve quindi i consumatori potranno trovare sugli scaffali bottiglie di vino che portano il logo europeo dei prodotti biologici. Ma parlare di vino biologico e parlare di vini naturali è la stessa cosa?

Ecco che cosa risponde Barbara Pulliero, organizzatrice ed ideatrice di Sorgentedelvino Live insieme a Paolo Rusconi:

Il disciplinare approvato dall’Unione Europea vieta alcuni interventi particolarmente invasivi sul vino, ma ne permette molti altri che lo portano a una perdita di identità, ad esempio l’uso del mosto concentrato rettificato che può provenire anche da un territorio diverso da quello di produzione. Noi vogliamo continuare a parlare di vini naturali, di tradizione e territorio, non di vino biologico. Le regole etiche e pratiche che i produttori di vini naturali si danno sono molto più rigorose di quelle dettate dal disciplinare del vino biologico. Il vino naturale non è altro che uva pigiata senza aggiunta alcuna se non una piccolissima quantità di anidride solforosa. Al contrario, anche al vino biologico, possono venire aggiunti svariati prodotti chimici, non dannosi alla salute, ma che alterano le caratteristiche organolettiche del vino rendendolo un prodotto di fattura industriale’.

I vini naturali italiani saranno presenti dal 3 al 5 marzo 2012 al Castello di Agazzano (Piacenza). L’appuntamento è con la quarta edizione di Sorgentedelvino Live, un Live degustativo’ dove sarà possibile incontrare 100 produttori che rispettano l’equilibrio ‘spazio, tempo e tradizione’ dei vitigni e una decina di produttori agroalimentari spinti nel loro lavoro dalla stessa filosofia.

L’obiettivo di Sorgentedelvino Live è quello di valorizzare le etichette che incarnano la storia, la tradizione, ed il territorio dove le uve nascono, caratteristiche che portano il nostro amato nettare a diventare ‘il canto della terra’. In questo modo la degustazione diviene una educazione al gusto, una educazione al lavoro agricolo, e il vino diviene un componimento poetico, un piacere sensoriale che racconta un territorio e la sua storia.

I visitatori potranno degustare e conoscere, ma anche acquistare direttamente dal produttore per assaporare con calma anche a casa i vini naturali. ‘All’evento parteciperanno prodotti da tutta Italia – racconta l’organizzatore Paolo Rusconi – con un’interessante partecipazione di giovani produttori del sud: da Basilicata e Calabria diversi volti nuovi, da Sicilia e Campania belle conferme e qualche interessante novità. Novità anche dalla Toscana e dal Piemonte, abbiamo infatti voluto dedicare tempo e energie a scoprire e dare visibilità anche a territori ultimamente un po’ dimenticati ma dove si trovano vini davvero interessanti’.

Sorgentedelvino Live è organizzato da Echofficine e Chiaroweb con il sostegno di Comune di Agazzano, Provincia di Piacenza, Camera di Commercio di Piacenza, Rastal e la Sacca del Diavolo – trasmissione di Radio Popolare.

L’ingresso è di 15 euro incluso il calice da degustazione. Sono disponibili abbonamenti a prezzo ridotto per 2/3 giornate. 

 

Seguici sui social






Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ