La Spagna conferma il primato europeo nelle superfici agricole dedicate al bio

olio-andalusia-oliva-cosa-mangiare

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

La superficie destinata all’agricoltura biologica in Spagna ha raggiunto i 2 milioni 355 mila ettari nel 2019 con un un incremento del 4,8% rispetto all’anno precedente. Lo riferisce, in una nota del 9 luglio, il ministero dell’Agricoltura di Madrid.

La superficie dedicata al bio ha così raggiunto il 9,3% del totale della SAU (superficie agricola utilizzata) spagnola. Negli ultimi cinque anni gli ettari dedicati al bio sono cresciuti del 7,5%, confermando la Spagna come leader biologico europeo in termine di ettari e quarto al mondo.

“Con questi dati – ha commentato il ministro dell’Agricoltura spagnolo Luis Planas – il nostro Paese si conferma sulla buona strada, in linea con le strategie europee sulla biodiversità e relative al From Farm to Fork. Tuttavia non dobbiamo perdere di vista il necessario equilibrio tra sostenibilità ambientale ed economica”.

Gli ettari dedicati alle produzioni biologiche sono cresciuti del 13% per quanto riguarda le patate e altri tuberi, del 4,2% per quanto riguarda i legumi, del 9% per quanto riguarda gli alberi da frutto, del 25% per quanto riguarda le banane, del 19% per gli agrumi e del 10% per i piccoli frutti (berries). Gli ettari dedicati ai vigneti biologici sono aumentati del 7% mentre non vi sono stati incrementi nelle superfici dedicate a ortaggi e frutta secca bio.

I magazzini certificati per la lavorazione dei prodotti agricoli bio – in grandissima parte ortofrutta e per il piccolo rimanente bevande – sono cresciuti dal 2018 al 2019 dell’8.5% raggiungendo le 9.635 unità.

Seguici sui social






Notizie da GreenPlanet

news correlate

USA, l’amministrazione Biden accelera sul bio

Il ministro dell’Agricoltura statunitense Tom Vilsack, spinge l’acceleratore sull’agricoltura Biologica. Un passo avanti nello scacchiere agricolo mondiale, segnato dalla corsa in (quasi) fuori gioco dettata

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ