Kanebo ritira i cosmetici con Rhododenol

kanebo%20cosmetics.jpg

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

La giapponese Kanebo Cosmetics sta ritirando dal mercato tutti i suoi cosmetici contenenti Rhododenol, una molecola che ha un forte effetto schiarente depigmentante. Migliaia di consumatori-consumatrici avevano lamentato la comparsa della vitiligine con antiestetiche macchie bianche. In molti casi le macchie erano associate a vere e proprie infiammazioni locali.

Ciò ha costretto Kanebo a emettere il 19 agosto un comunicato ufficiale per annunciare che il ritiro del prodotto è un atto volontario della società. Con precisione nipponica il comunicato specifica che le segnalazioni provenienti dai clienti circa danni e irritazioni provocate dai cosmetici con Rhododenol in data 11 agosto 2013 erano state 168.144.

Il ritiro dal mercato giapponese di tutti i cosmetici con questo ingrediente si stima possa superare i 4 milioni di pezzi per un valore stimato di oltre 60 milioni di dollari. La società riceverà sicuramente richieste di risarcimento per danni e quindi il ‘costo’ globale di questo ‘incidente’ per Kanebo sarà ben superiore. Non si conoscono ancora gli effetti a livello internazionale di questa vicenda. I prodotti Kanebo sono ben noti anche in Italia e propagandati come ‘naturali’.

Su un sito internet di una società collegata a Kanebo si legge in italiano: ‘I prodotti detergenti Kanebo International grazie ai loro ingredienti estremamente delicati e alla loro fragranza calmante eliminano le impurità regalando un momento rilassante per i sensi e lo spirito’. Dopo quello che è successo la frase può assumere un significato da presa in giro.

E sta proprio qui il punto: nei cosmetici ciò che è naturale e biologico va certificato e garantito con serietà e rispetto del consumatore. Altrimenti, le belle (e vuote in questo caso) parole degli uomini di marketing potrebbero avere un effetto boomerang.

 

Seguici sui social

 






Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ