Il cofanetto gastronomico di Alce Nero è il dono solidale del Natale 2021

Ben Fatto! Alce Nero

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Prosegue con “Ben Fatto!” la ormai storica collaborazione tra Alce Nero, marchio di agricoltori e trasformatori biologici, e Antoniano, la storica istituzione dei Frati minori dell’Emilia-Romagna che si occupa di solidarietà, intrattenimento e comunicazione sociale, che torna con un nuovo cofanetto gastronomico come dono solidale per il 2021.

Pensato specialmente per il Natale, il pacchetto è il regalo per sostenere la mensa dell’Antoniano di Bologna, che quest’anno ha servito più di 50mila pasti. “Ben Fatto!”, pensato anche per le aziende come dono per i propri clienti, dipendenti e fornitori, contiene la nuova farina di miglio e cicerchie macinata a pietra biologica Alce Nero, e le ricette dello chef Simone Salvini e di Monica Bianchessi per utilizzare al meglio il prodotto, con spunti ed idee.

Il ricavato verrà devoluto non solo in sostegno di coloro che hanno bisogno di un pasto e di accoglienza, che hanno perso il lavoro e necessitano di ritrovarlo, e a coloro che hanno bisogno di sostegno psicologico e conforto. Arturo Santini, presidente di Alce Nero, ha commentato: “La nostra vicinanza ad Antoniano si è consolidata nel tempo: crediamo che la presenza di questa istituzione sia fondamentale per il tessuto sociale della nostra città e del nostro territorio. Antoniano è un presidio di umanità per Bologna, proprio per questo abbiamo deciso di sostenere la ristrutturazione del laboratorio del pane, progetto che ci ha legati dal principio per la produzione e divulgazione di un cibo che faccia bene alle persone”.

Fr. Giampaolo Cavalli, direttore dell’Antoniano, ha aggiunto: “Siamo grati ad Alce Nero per il loro sostegno che prosegue ormai da molti anni e che ci aiuta ad essere sempre presenti per chi ha bisogno. Con la crisi economica causata dalla pandemia sono purtroppo cresciute le persone che hanno bisogno di aiuto e sono cambiati i loro bisogni. Anche per questo, abbiamo intrapreso un progetto di ristrutturazione e rinnovamento dei nostri spazi, per andare sempre di più incontro ai più fragili. Ma anche noi abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti per essere sempre in grado di aiutare”.

Fonte: EFA News

Seguici sui social








Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ