IFOAM Organics Europe: ecco come raggiungere il 25% della SAU entro il 2030

Progetto senza titolo (56)

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

IFOAM Organics Europe ha preparato un nuovo documento che elenca le priorità chiave del movimento biologico europeo per stimolare sia la domanda che la produzione biologica attraverso il Piano d’azione europeo per l’agricoltura biologica. Secondo l’organizzazione, è necessaria una combinazione coerente di misure “tira e molla” per raggiungere l’obiettivo del 25% di terra biologica nell’UE entro il 2030, come proposto nelle strategie Farm to Fork e Biodiversity dell’UE. Le priorità sono dieci.

  • Organizzare una conferenza ad alto livello dell’UE per monitorare i progressi a tutti i livelli e incoraggiare gli Stati membri a sviluppare piani d’azione nazionali e regionali in materia di agricoltura biologica
  • Costruire la capacità delle ONG nazionali biologiche per lo sviluppo del mercato
  • Aumentare la domanda di prodotti biologici
  • Rispecchiare il vero costo del cibo nel suo prezzo
  • Dare ai protagonisti del biologico accesso ai fondi per la ricerca e l’innovazione
  • Fornire agli agricoltori biologici conoscenze accessibili e disponibili: servizi di consulenza aziendale
  • Dotare gli agricoltori biologici degli strumenti giusti: sostanze naturali
  • Dotare gli agricoltori biologici degli strumenti giusti: sementi
  • Garantire che i piani strategici della PAC includano obiettivi nazionali e un sostegno adeguato
  • Portare nuove generazioni nel biologico

Clicca qui per scaricare il documento completo con le motivazioni per ogni singola priorità

Fonte: IFOAM Organics Europe

Seguici sui social







Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ