I molteplici usi dell’olio essenziale di menta

Schermata%2006-2456464%20alle%2015.47.09.png

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

La menta piperita (Mentha piperita) è una  pianta erbacea perenne, stolonifera e fortemente aromatica (uno stolone è un ramo laterale che spunta da una gemma ascellare vicino alla base della pianta e che si allunga scorrendo sul suolo ed emettendo radici da cui si generano nuove piantine.

Appartiene alla famiglia delle Labiate o Lamiacee e si pensa che sia originaria del Medioriente. Deriva dalla ibridazione tra la menta acquatica (Mentha aquatica) e la menta verde (chiamata anche Mentha spicata). 

La pianta è alta fino a circa 70 cm, con steli eretti e radici rizomatose che si espandono notevolmente nel suolo. La menta piperita (Mentha piperita) è una pianta erbacea perenne, stolonifera e fortemente aromatica (uno stolone è un ramo laterale che spunta da una gemma ascellare vicino alla base della pianta e che si allunga scorrendo sul suolo ed emettendo radici da cui si generano nuove piantine.

Appartiene alla famiglia delle Labiate o Lamiacee e si pensa che sia originaria del Medioriente. Deriva dalla ibridazione tra la menta acquatica (Mentha aquatica) e la menta verde (chiamata anche Mentha spicata). 

La pianta è alta fino a circa 70 cm, con steli eretti e radici rizomatose che si espandono notevolmente nel suolo. formulazioni farmaceutiche: sciroppi, pastiglie, lozioni, unguenti e creme antisettiche, anestetici locali ecc. Gli Stati Uniti sono i maggiori produttori di olio essenziale di menta. Di sapore intenso, viene raramente utilizzata in cucina dove si preferiscono altre specie di menta; della Menta piperita viene per lo più utilizzata l’essenza nella preparazione di bevande e prodotti dolciari. 

Nell’industria farmaceutica viene utilizzata come aromatizzante nei collutori, dentifrici e tisane. Nell’aromaterapia viene consigliata come tonificante del sistema nervoso, dell’apparato digerente, del fegato, dell’intestino, per ridurre gli spasmi e la flatulenza. Si rivela un efficace espettorante, analgesico e antisettico. Si utilizza nel caso di cattiva digestione, nausea, diarrea, raffreddore, influenza, acne, mal di denti ed emicrania. 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS-WHO), la Cooperativa Scientifica Europea di Fitoterapia (ESCOP) e la Commissione E (Organismo Tedesco di Studio sulla Fitoterapia) riconoscono perfettamente valido, efficace e sicuro l’uso, per via esterna dell’olio essenziale di Menta piperita, per alleviare il mal di testa, l’influenza, il raffreddore, dolori muscolari, nevralgici e reumatici.

Tali organizzazioni attribuiscono anche numerosi effetti terapeutici alla Menta piperita, somministrata sotto forma di tisana: sollievo negli spasmi gastrointestinali e delle vie biliari, nelle dispepsie e nella sindrome dell’intestino irritabile. L’olio essenziale di Menta piperita ha dimostrato, in prove in vitro, di svolgere una notevole azione antibatterica su numerose specie di microrganismi infettivi come Escherichia coli e Staphylococcus aureus, pertanto si dimostra prezioso nel trattamento fitoterapico di varie infezioni dell’apparato gastroenterico e respiratorio.

Dott. Gerardo D’Acunto – Biologo

Specializzato in Scienza e Tecnica delle Piante Medicinali.

Presidente dell’Associazione Nazionale Biologia ed Erboristeria di Pisa (ANEF) (L’aromatario.it)

Seguici sui social








Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ