Gullino, 100mila quintali di passione e innovazione certificata bio

Maria Carola Gullino

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Il biologico? La giusta strada di specializzazione. I canali di vendita? Quest’anno ha visto l’introduzione dell’online. Gullino SRL, azienda agricola biologica in provincia di Cuneo, fondata nel 1969 da Attilio Gullino, è una delle prime aziende italiane nell’esportazione di kiwi. Abbiamo intervistato Maria Carola Gullino, responsabile marketing dell’azienda, che ha in atto una partnership commerciale con il gruppo Apofruit.

“Da sempre siamo legati alla terra, già i miei nonni paterni producevano e vendevano grano. Quando è scoppiato il boom dei kiwi siamo stati una delle prime aziende ad iniziarne la coltivazione e siamo diventati presto i big del settore”, spiega, tracciando un breve excursus. Presto arriva il biologico: “È alla fine degli anni ’90 che ci dedichiamo alla produzione di frutta certificata da agricoltura biologica, sia in Piemonte che nel Lazio”.

Oggi l’azienda produce circa 100.000 quintali di frutta certificata bio. Di questi, circa il 60% sono mele. Il rimanente 40% è suddiviso fra kiwi e drupacee. Maria Carola Gullino specifica: “Tutti i prodotti che commercializziamo hanno una linea biologica. Il core business è rappresentato dalle mele e dal kiwi, ma tra i nostri prodotti biologici abbiamo anche pesche, susine e mirtilli”.

Standard qualitativi alti, difficilmente avvicinabili da altri Paesi, “Grazie all’area in cui produciamo, ai territori destinati alle nostre specialità”. Notevoli aspettative vengono riposte sul biologico: “La crescita del mercato biologico è appena iniziata e ci saranno delle opportunità commerciali importanti nel futuro prossimo”.

I prodotti di Gullino SRL vengono in parte venduti in Italia tramite la GDO e in parte esportati. Una precisazione sull’export, che questi ultimi anni sta diventando più oneroso e ha molte problematiche: ” cerchiamo di orientarci su mercati più vicini o su una clientela selezionata”.

Particolarmente soddisfatti dalla vendita online, attivata quest’anno per le mele biologiche: “Siamo molto soddisfatti dei risultati su questo canale di vendita e abbiamo in progetto di aumentare la gamma di prodotti acquistabili online”.

Per quanto riguarda i risultati di questi anni, Maria Carola Gullino spiega: “Abbiamo avuto anni buoni e altri meno buoni. Quando si lavora con i frutti della terra e bisogna fare i conti anche con madre natura spesso non si hanno sempre delle annate positive”. In particolare, il kiwi negli ultimi anni ha subito una forte crisi dovuta alla batteriosi e alla moria del kiwi. “Per fortuna le nostre aziende agricole non hanno registrato forti danni e le produzioni per i prossimi anni sono in linea con quelli del passato, ma sul territorio nazionale è diminuita notevolmente la produzione del kiwi”, aggiunge.

Le mele biologiche rappresentano l’area su cui Gullino ha investito maggiormente negli ultimi tempi, e “siamo contenti di aver scelto questa strada che ci sta dando importanti risultati”.

Biologica, digitale e all’avanguardia: ecco le parole con cui Maria Carola Gullino descrive il futuro dell’azienda.

Stefania Tessari

Seguici sui social




Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ