Francia, crollano del 7% le vendite di bio

supermercato bio Francia

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Desta preoccupazione in Francia la contrazione del 6,7% delle vendite di prodotti biologici registrata nel primo trimestre dell’anno. Secondo Scan Info di IRI, nei supermercati, così come nei negozi specializzati, il biologico perde posizioni persino più rapidamente rispetto ai prodotti convenzionali. Di fronte al crescere dell’inflazione, i francesi cominciano a mostrare un cambio del comportamento d’acquisto, un compromesso decisamente non favorevole a prodotti organici.

Una questione complessa che non può essere ricondotta solo alla contrazione del potere d’acquisto dei consumatori. Il comparto si scontra infatti con un’evidenza che smentisce chi pensava che il bio sarebbe diventato un prodotto di massa.

Non tutti i francesi infatti sembrano preferire il biologico, mentre sembrano essere decisamente attratti da nuove tendenze: non sono pochi coloro che hanno abbandonato il biologico a favore dei marchi “terroir”. Negli ultimi anni, i retailer d’Oltralpe hanno dato sempre più spazio sugli scaffali ai prodotti delle Made in France e i consumatori si sono lasciati sedurre da questi prodotti locali o regionali, confermando, come spesso accade, che è l’offerta a creare i mercati.

Ma non è tutto. La confusione generata dal proliferare di etichette e nuovi standard ha di fatto disaffezionato i consumatori. Dunque, scrive Emily Mayer, business Insights director di IRI France: “È necessario lavorare per ripristinare la fidelizzazione nei prodotti biologici. L’indice di fiducia attribuito all’etichetta dai consumatori, infatti, è molto basso (6,1/10) ed è in calo rispetto allo scorso anno (-0,4 pt). La composizione, gli ingredienti, il marchio, l’origine francese o anche il Label Rouge sono oggi per i francesi indicatori di qualità più forti dell’etichetta biologica (fonte Shopperscan IRI 2021)”.

Fonte: Les Marché – LSA Green

Seguici sui social




Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ