Fairtrade Italia: boom dei prodotti del commercio solidale

unnamed%20%281%29_35.jpg

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Crescono ogni anno in Italia i consumatori che scelgono prodotti del commercio equo e solidale. Nel 2016 la distribuzione italiana ha venduto prodotti certificati fairtrade per oltre 110 milioni di euro. Paolo Pastore, direttore Fairtrade Italia, commenta: ‘C’è la consapevolezza sempre più diffusa che è possibile contribuire al commercio giusto con un semplice gesto di acquisto’.

Il volume di affari del fairtrade è duplicato nel giro di cinque anni: la parte del leone è sostenuta dalle banane, seguono lo zucchero (sia granulare che utilizzato per i prodotti composti), il cacao e il caffè. Tra il 2015 e il 2016 l’incremento del valore complessivo è stato dell’11%.

Le prime banane certificate fairtrade hanno fatto il loro debutto nei banchi dell’ortofrutta dei supermercati italiani nel 2002. Anno dopo anno, le vendite di questo prodotto sono cresciute fino a superare le 11 mila tonnellate nel 2016. Il consumo interno di caffè fairtrade è in aumento, con un + 22% rispetto all’anno precedente, come la vendita all’estero: 31 torrefazioni italiane, infatti, hanno venduto il proprio caffè certificato fairtrade in 64 Paesi per un volume di vendita che sfiora le 650 tonnellate di caffè tostato (+75% rispetto al 2015) vendute prevalentemente nel settore horeca. I principali Paesi di destinazione del caffè italiano certificato fairtrade sono Svezia, Gran Bretagna, Danimarca, Olanda, Finlandia e Germania.

Il 2016 è stato anche l’anno del consolidamento definitivo dei marchi di programma fairtrade, lanciati nel 2014 come opzioni commerciali innovative, che consentono alle aziende di acquistare e utilizzare una materia prima certificata fairtrade come zucchero e cacao, nell’ambito delle loro strategie di sostenibilità. In Italia il volume di zucchero di canna granulare ammonta a 2.428.863 chilogrammi, quello riferito allo zucchero di canna usato nei prodotti composti, invece, è di 641.488 chilogrammi; 833.291 chilogrammi, infine, per quanto riguarda le fave di cacao.

Questi dati sono stati diffusi durante un incontro a Palazzo dei Giureconsulti, nel cuore di Milano, durante il Festival dello sviluppo sostenibile. Giuseppe Di Francesco, presidente di Fairtrade Italia, ha commentato: ‘Fairtrade si prospetta come una realtà solida al fianco delle aziende italiane, oltre che come strumento di vera responsabilità globale in tutto il mondo’.

 

Seguici sui social






Notizie da GreenPlanet

news correlate

Anabio-CIA Agricoltori compie 20 anni

La definizione del Piano strategico nazionale della PAC 2023-2027 e il Regolamento transitorio fino al 31 dicembre 2022, il ruolo del biologico negli Ecoschemi e

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ