Dal co-branding tra NaturaSì e Altromercato nasce Diritti all’origine

Foschini Jori

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Altromercato e NaturaSì, due realtà che da oltre 30 anni si impegnano in progetti che tutelano la terra, la natura e l’uomo, annunciano una collaborazione che vede la nascita di una linea tutta nuova chiamata Diritti all’origine.

Viene lanciato oggi, martedì 9 novembre 2021, con 19 eccellenze biologiche ed equosolidali e distribuita in esclusiva per i negozi biologici NaturaSì.

“In questo momento la reputazione delle aziende, che siano profit o non profit, è centrale perché stanno di fatto colmando dei vuoti non presidiati dalle istituzioni politiche nazionali e sovranazionali. Stiamo osservando che i consumatori sempre di più si affidano ai brand che si schierano, che prendono posizione e che hanno una credibilità dettata dalla propria storia e dalla coerenza tra parole e azioni. In questo senso come Altromercato abbiamo deciso di percorrere questo tratto di strada insieme a NaturaSì perchè, ciò che ci unisce, è il desiderio di lasciare un mondo meno iniquo e più sostenibile alle future generazioni, operando scelte di consumo quotidiane”, afferma Alessandro Franceschini, presidente di Altromercato (nella foto a sinistra). “Quello che portiamo avanti con la linea Diritti all’origine – aggiunge Franceschini –  è ciò che c’è alla base di ogni prodotto delle due realtà. Quando parliamo di caffè o di zucchero, noi non proponiamo al consumatore solo prodotti, ma una visione diversa di economia: impegnarsi per il benessere delle persone e del pianeta attraverso scelte etiche sin dall’origine, promuovere e tutelare la biodiversità, adottare comportamenti più responsabili nei confronti di chi ha realizzato quel prodotto. Per tutelare i diritti di tutti, e quindi, per tutelare anche noi stessi”.

Lo zucchero viene prodotto da comunità ecuadoregne liberate dai ‘coyotes’ –  intermediari locali che spesso osteggiano l’indipendenza dei produttori – o da organizzazioni che lottano per i diritti umani nelle Filippine; il caffè coltivato in Etiopia dalla cooperativa che pianta alberi contro l’erosione; il cacao che ha superato la crisi mondiale grazie alla resilienza delle comunità andine; sono solo pochi indizi delle diverse storie dietro a Diritti all’origine, la nuova linea in co-branding Altromercato-NaturaSì, i nuovi prodotti realizzati da organizzazioni del Commercio equo e Solidale, nel rispetto dei diritti dei lavoratori e della terra.

Il co-branding vuole sottolineare la volontà di mettere in commercio prodotti che riconoscano i diritti delle persone, che vengano considerate, così come il pianeta, esseri viventi e non strumenti, con la convinzione che solo così si potrà avere un prodotto più giusto, capace di prendersi cura di ognuno, senza eccezioni.

“Non c’è agricoltura biologica senza rispetto dei diritti delle persone”, ha dichiarato Fausto Jori, amministratore delegato di NaturaSì (nella foto a destra). “Con questa linea abbiamo voluto unire i valori dell’agricoltura biologica di NaturaSì con quelli di Altromercato che, da sempre e in varie parti del mondo, tutela i diritti delle persone e i territori, creando un rapporto diretto e sano tra chi produce e chi distribuisce i prodotti. Nelle confezioni della nuova linea i nostri due marchi sono legati da un filo: dal campo alla tavola, dai produttori ai consumatori, la sinergia con Altromercato racchiude il nostro desiderio di sostenere un’economia sana a partire dalle scelte di consumo”.

Nei punti vendita NaturaSì e in futuro in quelli Altromercato si troveranno quindi lo zucchero prodotto da Copropap in Ecuador e quello di Panay Fair Trade Centernelle Filippine; il bio caffè dall’America Latina; il cacao in polvere prodotto in Bolivia dalla comunità El Ceibo e in Sierra Leone da Trading Organic; la cioccolata in tazza; l’erba mate in foglie – bevanda tonica ed energizzante – prodotta da Copermate in Brasile; il caffè monorigine dal Messico, dal Nicaragua e dall’Etiopia, quest’ultimo proveniente dalla Sidama Coffee Farmers Cooperative Union. E poi le tavolette di cioccolato dall’America Latina, la melassa nera di canna da zucchero del Paraguay dalla Cooperativa Manduvirà; il tè nero e tè verde deteinato dall’India coltivato dai produttori di Potong alle pendici dell’Himalaya.

Quella tra Altromercato e NaturaSì, due realtà da oltre 30 anni impegnate in progetti di tutela della terra, della natura e dell’uomo, è una collaborazione che prescinde da scelte puramente commerciali.

Per approfondire è possibile visualizzare le schede prodotti allegate al comunicato o nel sito www.altromercato.it nelle quali viene raccontato brevemente il relativo progetto equosolidale.

Fonte: Ufficio stampa NaturaSì

Seguici sui social

 






Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ