Da giugno Gianni Cavinato presidente ICEA

icea%20nuovo%20presidente_0.jpeg

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Cambio al vertice di ICEA. L’assemblea dei soci ha eletto all’unanimità nuovo presidente dell’Istituto Certificazione Etica e Ambientale Gianni Cavinato, già presidente nazionale dell’Acu – Associazione Consumatori Utenti. Dal primo giugno Cavinato, proposto al Consiglio di Amministrazione dal presidente uscente Nino Paparella, subentrerà operativamente a quest’ultimo, al vertice di ICEA sin dal 2000, anno di fondazione del più importante organismo di certificazione dell’agricoltura biologica in Italia. E per valorizzare il prezioso capitale di esperienza e motivazioni proprio dell’intera rete ICEA, col consenso unanime dei soci Paparella è stato nominato presidente onorario, per assicurare un più marcato sviluppo di ICEA sul piano nazionale e internazionale.

 

‘Con la nomina di Cavinato – dichiara Paparella – ICEA rappresenta una novità unica nel panorama della certificazione italiana: un presidente espressione del movimento consumatori. Il miglior messaggio per contrastare la deriva di scetticismo che accompagna oggi la certificazione biologica, e rilanciare il valore della certificazione sostenibile, strumento fondamentale di crescita culturale ed economica della società. La conferma dell’attualità della missione dell’Istituto a distanza di 12 anni dalla sua fondazione e l’importante patrimonio accumulato in questi anni rappresentano la base migliore per un nuovo sviluppo del progetto ICEA’.

Cavinato ha incontrato il sostegno di tutti i soci, a seguito di una accurata analisi e valutazione del programma innovativo di sviluppo dell’Istituto e delle necessità di approdare a un nuovo modello organizzativo per meglio affrontare le sfide poste dalla nuova, articolata, domanda derivante dal mercato e dall’Amministrazione pubblica.

E proprio il programma di sviluppo di ICEA, improntato nel segno internazionale della sostenibilità ambientale, sociale ed economica, ha trovato in Gianni Cavinato un rappresentante apprezzato fin dai primissimi anni ’80 da tutto il movimento dell’agricoltura biologica, dalle organizzazioni dei consumatori, dall’Ente nazionale della Normazione (UNI), da Accredia.

Appena eletto, queste le parole di Cavinato: ‘Ringrazio tutti i soci di ICEA singolarmente e nella loro collegialità, tutti i collaboratori, dipendenti e professionisti che permettono di raggiungere giorno per giorno ottimi risultati, tutti gli operatori economici certificati da ICEA che nonostante la crisi continuano a credere in questa direzione dello sviluppo economico, e tutti i consumatori che con le loro scelte motivate e consapevoli permettono alla nuova economia della sostenibilità ambientale, sociale ed economica di emergere in ogni settore della produzione e dei servizi’.

Dal primo giugno il passaggio operativo delle consegne a cui il Consiglio di amministrazione, integrato con Paolo Perrone in rappresentanza del CIBI – Puglia e di Pietro Campus in rappresentanza di Certifica – Sardegna, è chiamato con un nuovo impulso innovativo. Confermato inoltre il Collegio Sindacale con la presidenza di Savino Santovito e i sindaci Giovanni Nese e Gianfranco Ceccacci.

La stessa assemblea ha anche approvato all’unanimità il bilancio consuntivo 2011, che ancora una volta chiude in utile confermando la propria posizione di leader nel campo della certificazione biologica e sostenibile con oltre 13 mila aziende certificate, di cui 12 mila in Italia, pari al 25% dell’intero dato nazionale.

( biologico, ecologico )

Seguici sui social








Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ