Carni fresche bio: il ruolo di CONAD

Elena Montanari Conad

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

La marca del distributore nel bio è forte e in continua crescita, in CONAD è pari al 54,53% (9 punti in più rispetto alla media del mercato). Partendo da questi presupposti, Elena Montanari, category manager per l’ittico e le carni di CONAD, è intervenuta al webinar di GreenPlanet dedicato alle carni fresche biologiche “Realtà e prospettive nel mercato italiano”.

“In questo contesto – ha sottolineato Montanari -, per sostenere il segmento, è particolarmente importante considerare l’indice di posizionamento, in generale attorno ai 120 punti ma nelle carni si attesta ad un livello leggermente superiore, e tenere una corretta pressione promozionale per attirare l’attenzione del consumatore che negli ultimi anni appare leggermente in calo”.

A fronte del lancio del brand Verso Natura nel settembre 2016, CONAD ha introdotto una nuova linea di carne bio composta da 6 referenze di carne bovina e di 5 proposte di pollo.

Dopo 5 anni di successo consolidato, lo scorso marzo, è stata rivista la gamma dedicata alla carne bovina bio, in base a 4 dei 5 principali macro-trend risultati più importanti per il primo retailer italiano. Ecco quali:

“A seguito del rilancio della gamma di carni bovine biologico – , ha concluso la category manager – CONAD sta lavorando alla rivisitazione dell’assortimento di pollo bio in termini di prodotto, di packaging e di comunicazione, così da per trasferire al consumatore, instore e on pack, contenuti a maggior valore aggiunto”. (cb)

Scarica le slide

Seguici sui social






Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ