La proposta di Bonaccini: utilizzare gli impianti Bio-On per produrre vaccini

bio_on_vaccini

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

La proposta arriva direttamente dal presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini (nella foto sotto), il mezzo scelto è il canale Facebook, mentre il riferimento è a una nota realtà del territorio attualmente all’asta: usare gli impianti di Bio-On (vedi news) per produrre vaccini.

Ecco quanto scrive Bonaccini: “Cinque bioreattori di fermentazione farmaceutica e chimica più che adatti per produrre vaccini anti-Covid”. Questi reattori si trovano alla Bio-on di Castel San Pietro, nel bolognese, azienda all’asta a inizio maggio. Abbiamo già fatto presente al Governo l’esistenza di questo patrimonio. Così come numerose imprese del nostro territorio nel comparto farmaceutico, biomedicale e della meccanica possono dare il loro contributo. Qui può nascere un distretto produttivo di sieri anti-Covid all’avanguardia, al servizio del Paese. E la Regione è pronta a fare la sua parte”.

Migliaia le reazioni e i commenti dei follower, dagli utenti più entusiasti che appoggiano una sorta di “orgoglio autonomista” a livello regionale ai commenti più tecnici, con dettagli ingegneristici da dispensare al governatore.

Un’idea che – secondo l’edizione bolognese di Repubblica – sembra piacere anche al filantropo fondatore di Microsoft Bill Gates. Insomma, il ‘caso Bio-On’ sembra complicarsi. Che dire? Vi teniamo aggiornati!

 

Seguici sui social








Notizie da GreenPlanet

news correlate

Crolla il prezzo del grano bio italiano

Con il risultato che  made in Italy è crollato. “Appare evidente come in prossimità delle trebbiature, e quindi dell’immissione sul mercato del nuovo prodotto, si

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ