AssoBio, cinque nuovi ingressi. Tra i soci anche il big della GDO CRAI

Nuovi soci AssoBio

Condividi su:

Facebook
Twitter
LinkedIn

AssoBio, l’associazione nazionale delle imprese di trasformazione e distribuzione dei prodotti biologici, ha annunciato l’ingresso di cinque nuovi soci: CRAI SPA, GG SRL, VILLAFRUT SRL, MATERVIVA SPA e IL NUTRIMENTO SPA.

Fondata nel 2006 da undici tra le più significative imprese biologiche italiane,  AssoBio conta oltre 130 soci del settore agroalimentare e cosmetico. Nata per rispondere alle esigenze di tutela, di sviluppo e di partecipazione delle imprese, l’associazione si pone l’obiettivo di orientare un sano progresso del sistema agroindustriale italiano verso la responsabilità ambientale e sociale, in linea con le attese del nuovo consumatore.

“È importante notare che in questo piccolo ‘drappello’ che accogliamo nella compagine di AssoBio ci sono aziende posizionate a diversi livelli della filiera del biologico – ha affermato Roberto Zanoni, presidente di AssoBio – , a partire dalla distribuzione, con uno dei maggiori player della GDO italiana come CRAI. La sua adesione rappresenta un valore aggiunto oltre che essere un onore, ed è la conferma dell’incremento del valore del biologico all’interno della distribuzione moderna, nonché la riprova di come i nuovi consumatori si aspettino un sano sviluppo del sistema agroindustriale italiano verso la responsabilità ambientale e sociale”.

L’ingresso di CRAI

Negli ultimi anni CRAI ha accelerato in termini di attenzione alla sostenibilità e al territorio, ricevendo un riscontro positivo da parte dei consumatori. Per ricambiare la fiducia di chi riconosce nel marchio una scelta di valore, CRAI ha sviluppato una strategia nella quale si inserisce anche l’adesione a AssoBio.

“Siamo molto contenti di essere entrati a far parte di AssoBio perché mai come oggi è importante valorizzare le filiere di qualità. Per noi è altrettanto importante farlo con serietà e concretezza, valori questi che abbiamo ritrovato in AssoBio. Il Gruppo CRAI è presente da 50 anni in Italia ed è costituito da oltre 1.000 imprenditori e circa 1.500 negozi alimentari che ogni giorno operano dentro ai territori ed alle provincie italiane. Il territorio e la sua conoscenza approfondita ci caratterizzano e contraddistinguono…non a caso il nostro pay-off istituzionale è Nel cuore dell’Italia”, ha dichiarato Mario La Viola, direttore Marketing, Format, Rete e Sviluppo.

“L’ingresso di CRAI rappresenta per la nostra Associazione un valore aggiunto oltre che essere un onore – ha concluso Roberto Zanoni – non solo perché si tratta di uno dei più importanti player della GDO, ma anche in virtù del rispetto che CRAI ha sempre avuto per la salvaguardia dell’ambiente e della biodiversità, confermato dall’inserimento di una linea di private label BIO in assortimento. La sua adesione ad Assobio è la conferma dell’incremento del valore del biologico all’interno della distribuzione moderna, e anche la riprova di come i nuovi consumatori si attendono un sano sviluppo del sistema agroindustriale italiano verso la responsabilità ambientale e sociale”.

 

Seguici sui social




Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ