A Bonassola l’estate speciale di La Francesca

panorama_mimosa.JPG_.jpg

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Bonassola, in provincia di La Spezia, è una zona speciale, tra terra, cielo e mare. Terra di ospitalità sostenibile, terra di agri-turismi e di tante altre possibilità. Tra queste il Resort La Francesca, un’oasi verde sul mare delle Cinque Terre. Per scoprire le offerte speciali dell’estate e tutte le novità di questa struttura consigliata da GreenPlanet collegatevi a www.villaggilafrancesca.it o chiedete informazioni a infofran@villaggilafrancesca.it

 

Il Resort è situato nella Liguria di Levante tra Portovenere e Portofino, terra di contrasti, di colori e profumi che donano al paesaggio un fascino particolare.

55 villette e appartamenti, tutti vista mare ed esposti a sud, disseminati in un parco di 15 ettari (una media di 800 mq a persona). Il microclima, secco e soleggiato per buona parte dell’anno, è fresco e ventilato d’estate. La Francesca è una piccola oasi lontana dal rumore, dal cemento e dall’inquinamento, ideale in ogni stagione per chi, alla ricerca di paesaggi, odori e sapori naturali, vuole trascorrere piacevolmente il tempo senza fretta. La Francesca si apre sul mare con tre piccoli golfi, ad ovest del Parco Nazionale Marino delle Cinque Terre, area protetta istituita per conservarne la biodiversità.

I fondali rocciosi sono di una bellezza sorprendente per le varietà di pesci che abitano le praterie sottomarine create dai banchi di Posidonia, chiamata "il polmone verde del Mediterraneo" per la sua capacità di ossigenare le acque. Un’altra presenza che rende unico questo tratto di costa, inserito nel "Santuario dei Cetacei", è il passaggio di delfini e balene. Nella piccola baia tra gli scogli, dall’acqua trasparente, si può prendere il sole sui lettini del grande solarium attrezzato con doccia. Per i più piccoli una piscina tutta per loro.

Pini, alberi da frutto, agrumi e fiori arricchiscono il parco. Gli arbusti sempreverdi della macchia mediterranea, come il mirto, l’alaterno, il lentisco sopportano bene la siccità. Hanno foglie coriacee, lucide, idrorepellenti, che permettono di limitare le perdite d’acqua; l’erica, il rosmarino, il ginepro, invece, riducono la foglia per sopravvivere durante l’estate.

 

Seguici sui social








Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ