Viaggio nei bio-hotels: il Landhotel Anna di Silandro

P1210507.JPG

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Un’atmosfera familiare, cucina biologica con ricette regionali, 20 camere accoglienti più 4 appartamenti nell’adiacente agriturismo. Una vacanza attiva, adatta anche ai bambini e ai ragazzi, dove si può optare per una passeggiata a cavallo, una gita in bike o in una moto che più ecologica non si può, con altre attività accessibili nelle immeditate vicinanze (piscina, tennis, minigolf, nordic walking). Il tutto, nello scenario incantato della Val Venosta.

Parliamo del Landhotel Anna di Silandro e quindi del suo ‘motore’, il signor Erich Vill, un precursore del biologico in Val Venosta e in Alto Adige, e della sua famiglia, quasi tutta coinvolta nella gestione e nell’animazione di un biohotel davvero a misura d’uomo, di donna e di bambino.

 

E c’è da aggiungere un altro particolare: la famiglia Vill affonda le sue radici nella storia più antica della vallata. Insomma, il Landhotel è un’immersione in una dimensione valligiana autentica.

Il fondo dei Vill con la vecchia casa risale infatti a mille anni fa e la proprietà risulta dei Vill da 400 anni. Erich a 5 anni voleva fare il contadino, ha poi studiato agraria, successivamente si è convinto che valeva la pena dedicare la propria vita al biologico: a Silandro è stato il primo coltivatore di mele biologiche nell’antico podere, è stato il creatore e il primo presidente di Bio Valvenosta. Oggi ci sono 170 coltivatori di mele biologiche nella Vallata – racconta – e il loro contributo al consumo di mele bio non ha pari in Europa.

L’idea del bio-hotel è venuta dopo, tanto che oggi il podere è gestito dal figlio Kaj (Gustavo), perito agrario. Il bio-hotel è nato nel maggio 2010 e a giudicare da tutti gli animali che ci sono attorno, tra cui 13 cavalli, tre maiali, svariati conigli e galline, si capisce che il suo primo animatore è un profondo amante degli animali.

I cavalli sono rigorosamente avelinesi, razza locale, che non ha paura della neve, e il signor Vill è un provetto cavallerizzo e maestro di equitazione: lui stesso accompagna gli ospiti nelle gite a cavallo. Ma non si vergogna di avere una passione che, a prima impressione, è meno ecologica: la motocicletta, che in montagna dà una particolare ebbrezza.

Ma il signor Vill ha risolto brillantemente il problema: usa e affitta per le gite moto rigorosamente ecologiche, l’ultima ‘Evolution’ della BMW. Ne è orgoglioso: ‘La mobilità elettrica è un passo avanti importante’. Per il resto tutto è bio: lo shampoo è fatto con il succo ricavato dalle mele prodotte dai Vill, l’acqua scende giù direttamente dalla Valle di Silandro, lenzuola e materassi sono bio, il vino è comperato da amici che producono solo vini biologici.

Il figlio primogenito Stefano ci accompagna nella parte storica della casa, vicina al bio-hotel, che risale all’undicesimo secolo. Si chiamava in origine Hof am Sand, il Maso sulla Sabbia, perché nella zona doveva esserci la sabbia portata dal Silandro, che oggi nello stesso tratto è interrato. Il maso passò nel sedicesimo secolo a un giudice e ha portato il suo nome fino a 5 anni fa quando i Vill si sono finalmente decisi al grande passo: oggi la casa ha preso il loro nome ‘Vill Hof’. Le tradizioni contano in Val Venosta e questo è un aspetto molto bello di un soggiorno al Landhotel Anna. Stefano Vill ci parla della stagione estiva: il tempo non è stato molto clemente ma nessuno ha cancellato la prenotazione.

Landhotel Anna si trova in via Principale 27 a Silandro, telefono 0473.730314, info@vill.it.

Quest’anno il prezzo della pensione in alta stagione è stato tra i 60 e i 79 euro al giorno, la metà per i bambini tra i 5 e gli 8 anni, gratis per i bimbi sotto i 4 anni. Si hanno a disposizione tutti i servizi del bio-hotel.

E’ attiva una convenzione con la vicina piscina coperta di Silandro. L’ospite ha diritto – il servizio è partito per la prima volta quest’anno – alla VenostaCard, che permette di muoversi sul treno della Val Venosta e su tutti i mezzi pubblici dell’Alto Adige gratuitamente.



 

Seguici sui social






Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ