Premio Biolmiel 2020, Apicoltura Zipoli fa incetta di medaglie

BIOMIEL

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Sette i campioni di miele presentati: sei medaglie d’oro e una d’argento. Un ottimo bilancio quello della partecipazione di Apicoltura Zipoli alla 13esima edizione del concorso internazionale dei mieli di agricoltura biologica “Premio Biolmiel 2020”.

All’evento partecipano apicolture biologiche da tutto il mondo che sottopongono campioni del proprio miele ad una giuria internazionale. Questa, dopo una degustazione di tutti i mieli in gara, procede una valutazione per le diverse tipologie presenti, attribuendo un punteggio in base ai criteri di gusto, olfatto, aspetto e tatto.

Sergio Zipoli di Apicoltura Zipoli di Balarini Ancilla di Romanengo (CR) ha rilasciato, a GreenPlanet.net qualche commento in merito a questa fruttuosa partecipazione. Il palmares è nutrito: “Per la precisione, 2 medaglie d’oro con 2 campioni di Robinia, di cui uno è risultato secondo assoluto di tutti i mieli partecipanti al concorso e primo per la sua categoria; 2 medaglie d’oro con due campioni di Castagno di cui uno è risultato primo di categoria; una medaglia d’oro con il miele di Melata che è risultata prima di categoria; una medaglia d’oro con il miele di Tarassaco e primo di categoria; una medaglia d’argento con l’Amorpha Fruticosa”. Questo successo di cui è giunta notizia il 19 febbraio, è stato accolto “con grande emozione ed notevole soddisfazione, da diversi anni riceviamo riconoscimenti sulla qualità del nostro miele”. Il biologico, per questa apicoltura, non è semplicemente una scelta commerciale, ma rappresenta “uno stile ed una filosofia di vita”. A questo proposito abbiamo chiesto a Sergio Zipoli qualche impressione sulla situazione generale del comparto miele in Italia e sul rilievo di particolari tendenze: “Purtroppo è un argomento complesso, che presenta molte sfumature e sfaccettature. La tendenza è verso una continua ricerca di qualità”. I canali di vendita di Apicoltura Zipoli sono i negozi biologici, negozi ed artigiani attenti alla qualità, farmacie, vendita al dettaglio. A questo proposito Zipoli ha raccontato anche l’impatto dell’emergenza sanitaria scatenata dal virus Covid 19, sull’attività di apicoltura Zipoli, esprimendosi con parole che lanciano un messaggio positivo: “Nonostante l’emergenza Covid 19, non abbiamo avuto problemi di alcun genere”. L’estero? “Vendiamo all’estero, ma poco, siamo una piccola azienda che produce qualità e non quantità”.

La produzione di miele biologico espressa in un anno da Apicoltura Zipoli è variabile, “negli ultimi anni è praticamente dimezzata. Produciamo dai 45 ai 50 quintali di miele”.

Il catalogo commerciale di Apicoltura Zipoli ricomprende solo mieli certificati biologici. Tra i mieli prodotti: “Erica Arborea, Tarassaco, Robinia, Millefiori, tiglio, Girasole, Melata, Castagno, Amorpha Fruticosa, Ailanto, Grano Saraceno, Rododendro e Millefiori di Alta Montagna delle Alpi”. Ma gli orizzonti di Apicoltura Zipoli non si fermano qui: “siamo sempre alla ricerca di nuove fioriture per produrre nuovi mieli. Purtroppo, risulta sempre più difficile trovare postazioni interessanti”.

Riguardano proprio questo desiderio gli obiettivi futuri dell’Apicoltura Zipoli: “i nostri sogni nel cassetto hanno a che vedere con la ricerca di nuove postazioni per migliorare sempre di più la qualità del nostro prodotto”.

Stefania Tessari

Seguici sui social








Notizie da GreenPlanet

news correlate

Rigoni di Asiago lancia Crunchy

Rigoni di Asiago lancia Crunchy, la nuova varietà di Nocciolata: una crema spalmabile bio con croccante granella di nocciole tostate. Nocciolata Crunchy è un’unione di

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ