Qcha, cuccia per mici bio-degradabile (e non solo)

qcha%20greenplanet%20gatto%20cuccia%20eco%2Cjpg.png

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Qcha è il nome scelto dai tre designer romani (Daniela e Stefano Ogis e Fabrizio Fillo) per una cuccia per gatti bio-degradabile, lanciata al SuperCat Show 2012 di Roma. L’idea è semplice: si tratta di una scatola in legno di pioppo, fornita di una parete trasperente in plexiglas e di tre vie d’accesso: un’apertura su una parete, un foro a forma di testa di gatto sull’altra e due fori sul pavimento e sul soffitto.

 

Questi ultimi sono stati pensati per consentire al gatto di casa di usare questo spazio per divertirsi, oltre che per riposare. La Qcha è infatti utilizzabile anche come modulo di una struttura più grande, che si crea mettendo due o più elementi uno sull’altro. In questo modo si può creare una struttura di design per il salotto o il terrazzo; i moduli infatti non devono essere per forza semplicemente impilati, ma li si può ruotare fino a 40 gradi, lasciando quindi buona libertà di creazione.

I fori su pavimento e soffitto servono al micio per passare da un piano all’altro e scegliere quale delle moquette di cui è rivestito il pavimento di ogni modulo gli è più gradita per la siesta.

La Qcha è disponibile in diverse colorazioni grazie all’uso di vernici ad acqua che garantiscono la massima sicurezza per la salute, oltre ad essere eco-friendly.

La cuccia è completamente disegnata e prodotta in Italia. Acquistarla è semplice: i creatori hanno dedicato alla Qcha un sto internet, www.qcha.it, dove è possibile vedere un video dimostrativo ed ordinare il numero di moduli desiderati, scegliendone il colore. Il prodotto arriva in kit di montaggio, per un prezzo base di 65 euro che si riduce acquistando più moduli.

 

Seguici sui social








Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ