A La Valle delle albicocche la Menzione AICA “Per un pugno di mozziconi”

“Per un pugno di mozziconi”

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

La Valle delle albicocche è un’azienda biologica che produce frutticole nella Valle del Santerno e a Bagnacavallo. Un’azienda importante nel comparto, non nuova ad attività, proposte, progetti e iniziative tali da portarla agli onori delle cronache  (vedi news). Questa volta ha raggiunto un risultato straordinario. Con il suo progetto “Per un pugno di mozziconi” ha conquistato la giuria del premio AICA (Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale) che ogni anno assegna una serie di riconoscimenti per l’impegno di chi, attraverso campagne di comunicazione, porta all’attenzione dei cittadini i più importanti problemi ambientali.

L’iniziativa dell’azienda agricola, associata a CIA Imola, va proprio in questa direzione: chiede alle persone di raccogliere di mozziconi abbandonati negli spazi pubblici, dalle strade alle campagne fino alle spiagge, e in cambio della consegna in azienda dei rifiuti offre la sua frutta biologica. Uno scambio virtuoso che ha portato la commissione del premio AICA a inserire l’azienda nella rosa dei tre finalisti della categoria “Comunicare il littering”. Sebbene l’ambito riconoscimento sia stato assegnato allo svedese Erik Ahlström, l’iniziativa della realtà romagnola di proprietà di Domenico Errani è stata comunque la più votata online dalla giuria popolare.

Un successo che ha spinto gli organizzatori ad istituire un Menzione Speciale.

“Con questa iniziativa ho portato a casa un grande successo, ovvero quello di dimostrare che tenere il mondo pulito offre una convenienza, che io ho tradotto in frutta bio”, ha dichiarato al TG3 Regionale Domenico Errani.

“La nostra è una doppia soddisfazione –  ha aggiunto -. Già sembrava tanto essere stati scelti tra i primi tre in un contesto internazionale, poi addirittura la Menzione per il progetto più votato online. È incredibile. Segno che la nostra iniziativa ha incontrato le sensibilità di tante persone. Vogliamo ringraziare l’AICA per l’opportunità che ci ha concesso e tutti coloro che ci hanno votato e che hanno promosso il nostro progetto. È chiaro che questo risultato ci spinge a continuare con maggiore vigore sul solco di questa iniziativa. Noi crediamo che un mondo pulito, con meno rifiuti, sia un bene per tutti. E siamo convinti che con l’impegno e la volontà anche ciò che oggi viene gettato lo si possa recuperare per nuovi scopi”.

“Voglio ricordare – ha concluso Errani – che i mozziconi creano un enorme danno ambientale alla terra e al mare, perché sono rifiuti altamente tossici a causa delle oltre 4.000 sostanze chimiche contenute in una sigaretta”. (c.b.)

 

Seguici sui social








Notizie da GreenPlanet

news correlate

Tomarchio Bibite lancia i té bio

Un ponte tra la Sicilia e l’Oriente, per un viaggio all’insegna della tradizione e del gusto. Tomarchio Bibite amplia il suo portafoglio di prodotti con l’obiettivo di

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ