Nova Siri Genetics, al lavoro per allungare la stagionalità delle fragole (anche nel bio)

Nicola_Tufaro

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Un nuovo fronte commerciale è attivo per la Nova Siri Genetics, una società di ricerca e sperimentazione di nuove cultivar di fragole e berries destinate ai produttori localizzati in aree caratterizzate da clima mediterraneo.

“Ad oggi il focus è quello di individuare cultivar che, oltre a possedere le caratteristiche proprie della nostra ricerca, appartengano alla linea extra precoce, ossia siano disponibili sul mercato già nel periodo prenatalizio. Tra le varie selezioni, una risulta più promettente delle altre, poiché all’estrema precocità si accompagna anche una qualità alta dei frutti in termini di colore, shelf life e aroma. Speriamo, quindi, che, ultimati tutti gli step di sperimentazione e valutazione, questa nuova fragola possa essere idonea al lancio sul mercato per soddisfare al meglio sia i produttori che i consumatori”.  Racconta, soddisfatto, Nicola Tufaro, attuale breeder della società (nella foto di apertura), che omette volutamente di rivelare il nome della nuova nata in “casa” Genetics per scelte aziendali.

La Nova Siri Genetics è una realtà nata nel 2005 per opera di Nicola Tufaro, attuale genetista della società, condotta insieme al socio Josè  Miguel Arias, che ha sede in Basilicata. Negli anni sono già state lanciate e diffuse nei principali areali fragolicoli del Mediterraneo numerose varietà dell’azienda, quali Melissa, Marisol e le più recenti NSG 120 – Rossetta®, NSG 203 – Marimbella e NSG 207 – Gioelita®.

“L’obiettivo della nostra ricerca è quello di offrire varietà rustiche, ossia tolleranti ai principali patogeni fungini del terreno e dell’apparato aereo. Questo consentirà di ottenere varietà che si adattino bene anche alla coltivazione in regime biologico. Il nostro obiettivo, inoltre, è ottenere varietà con caratteristiche organolettiche sempre più innovative, che vadano incontro alle richieste della produzione e del mercato. Le nostre cultivar vengono moltiplicate in differenti Paesi europei; dopodiché, le piante ottenute vengono distribuite nelle principali aree produttive. Il lavoro di ricerca e sperimentazione avviene all’interno dei laboratori e dei campi sperimentali della società, in cui vengono selezionate le varietà più promettenti e adatte per essere lanciate sul mercato. A tal riguardo stiamo lavorando all’individuazione di linee parentali con elevatissima precocità, cercando di mantenere un livello qualitativo dei frutti elevato. Questa esigenza nasce dall’ampliamento dell’arco temporale in cui il prodotto fragola è richiesto sul mercato, che è un fenomeno fortemente presente e crescente negli anni”. Ha detto, ancora, Tufaro.

Vista l’impossibilità di ospitare visitatori in presenza, a causa della pandemia del Covid-19, l’azienda ha in serbo per il 2021 l’organizzazione di tour virtuali per far conoscere i propri campi sperimentali ed il lavoro svolto al loro interno.

Maria Ida Settembrino

Seguici sui social








Notizie da GreenPlanet

news correlate

Rigoni di Asiago lancia Crunchy

Rigoni di Asiago lancia Crunchy, la nuova varietà di Nocciolata: una crema spalmabile bio con croccante granella di nocciole tostate. Nocciolata Crunchy è un’unione di

Tomarchio Bibite lancia i té bio

Un ponte tra la Sicilia e l’Oriente, per un viaggio all’insegna della tradizione e del gusto. Tomarchio Bibite amplia il suo portafoglio di prodotti con l’obiettivo di

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ