La nuova provocazione del filosofo contadino

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Wendell Berry, romanziere, poeta, saggista e agricoltore statunitense, una delle voci più influenti e critiche d’Occidente, torna in tutte le librerie italiane con ‘Il solo mondo che abbiamo’ (Piano B edizioni, 160 p., 14,00 €), la sua ultima raccolta di scritti inediti. Nel libro Berry passa in rassegna i temi caratteristici della sua opera e i problemi principali del nostro tempo: il rapporto tra economia ed ecologia, il ‘commercio della violenza’ che distrugge comunità e terra a livello globale nel nome del profitto, la relazione tra salute, cibo e agricoltura e l’assoluta necessità d’iniziare a considerare come un costo la sistematica distruzione dell’unico mondo che abbiamo e delle sue culture locali e localmente adatte.

In questi dieci saggi, il ‘filosofo contadino’, il ‘profeta dell’America rurale’ come recentemente ribattezzato dal New York Times, si conferma intellettuale autenticamente dissidente rispetto al pensiero e alle etichette dominanti, compresa quella, da lui rifiutata, di ambientalista. In questi scritti, infatti, Berry esorta i lettori a non confidare nell’energia rinnovabile, ma nella nostra capacità di consumare meno energia; a sostituire lo standard industriale con lo standard di salute ecologica – più responsabilità, più cura – per proteggere la sola fonte dell’economia umana, che è sempre l’ecosistema nel quale viviamo. Invita il lettore a diffidare della scienza delle corporation, libera di inventare cause e liberata dalla responsabilità degli effetti; ad abbandonare l’economia intesa come ‘governo del denaro’ e ad abbracciare l’economia come ‘governo della casa’: obbligarla ad operare come un buon vicino delle comunità naturali e umane, poiché sul lungo termine solo la ricchezza delle une sarà la ricchezza delle altre.

Wendell Berry (1934) è romanziere, saggista, e poeta statunitense. È autore di oltre quaranta opere, molte delle quali tradotte in tutto il mondo. In Italia sono stati pubblicati, tra gli altri, i suoi Mangiare è un atto agricolo, Hannah Coulter, Jayber Crow.

 

Seguici sui social








Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ