L’Europa inasprisce i controlli sul biologico

gazzetta.jpg

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea del 30 aprile 2013 il Regolamento di Esecuzione n. 392 del 29 aprile 2013 che modifica il regolamento n. 889/2008 per quanto riguarda il sistema di controllo per la produzione biologica.

Il regolamento stabilisce alcuni requisiti minimi per il controllo e la vigilanza, lasciando agli Stati Membri la possibilità di attuare misure aggiuntive. Il regolamento sottolinea l’importanza dello scambio di informazioni all’interno degli Stati membri, fra gli Stati membri, e fra gli Stati membri e la Commissione in materia di vigilanza effettuata dalle autorità competenti nonché la necessità di adottare prescrizioni minime uniformi.

Ciò anche per permettere un intervento tempestivo ed efficace nei casi in cui uno Stato membro rilevi irregolarità o infrazioni riguardanti la conformità dei prodotti importati.

Nel regolamento si ravvisa la necessità di un maggiore dettaglio nelle norme sui controlli in materia di produzione biologica, rafforzando la vigilanza delle autorità competenti sugli organismi di controllo cui sono stati delegati compiti di controllo.

Il Regolamento entrerà in vigore a partire dal 1° gennaio 2014.

L’inasprimento dei controlli, che in sostanza il nuovo regolamento comporta, è la risposta, da una parte, agli scandali che hanno coinvolto il settore biologico negli ultimi mesi, a partire dalle gravi irregolarità messe in luce dall’operazione Gatto con gli Stivali, e dall’altra, alle conseguenti richieste dei consumatori e delle stesse autorità europee, a partire dal commissario all’Agricoltura Ciolos, di dare maggiore credibilità al settore.

 

Seguici sui social








Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ