In Danimarca il biologico cresce in produzione e nei consumi 

Økologisk Landsforening DANIMARCA

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

L’etichetta del biologico danese con il simbolo ‘Ø’ compie 30 anni. La Økologisk Landsforening (associazione degli agricoltori, delle aziende del biologico e dei consumatori) ha l’obiettivo di fare sì che sempre più danesi scelgano il biologico in futuro  basandosi sul progresso degli ultimi 30 anni. Nel 1989, la Danimarca è stato il primo Paese al mondo a dotarsi di una legislazione per il biologico.

Il presidente di Økologisk Landsforening, Per Kølster, afferma: “Prima i consumatori si concentravano su prodotti base, come i latticini e le verdure. Ora vogliono anche articoli biologici di tendenza o di nicchia. Si pensi a bevande, snack e cioccolato. Ciò significa che al mercato accedono nuove attività, anche di piccole dimensioni, e che le aziende già sul mercato possono ampliare la loro gamma”.

Oggi il 14% degli acquisti danesi di alimenti riguarda prodotti biologici. L’agenzia Epinion ha condotto una nuova indagine per conto di  Økologisk Landsforening. L’indagine ha mostrato che tale percentuale è destinata ad aumentare notevolmente in futuro. Nello studio, il 74% dei danesi intervistati ha dichiarato di prevedere l’acquisto di più alimenti biologici in futuro.

Pertanto Økologisk Landsforening non teme di prefissarsi un obiettivo decennale ambizioso. “Se si considera la crescita e il successo di questo settore, possiamo mirare in alto. Riteniamo che la superficie agricola biologica nel 2030 arriverà al 30% e, per allora – precisa Per Kølster – il 30% degli acquisti riguarderanno prodotti biologici”. Dal 2007 la superficie agricola coltivata con metodo biologio è aumentata in Danimarca dell’86%.

Seguici sui social






Notizie da GreenPlanet

news correlate

USA, l’amministrazione Biden accelera sul bio

Il ministro dell’Agricoltura statunitense Tom Vilsack, spinge l’acceleratore sull’agricoltura Biologica. Un passo avanti nello scacchiere agricolo mondiale, segnato dalla corsa in (quasi) fuori gioco dettata

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ