Frodi alimentari, accertati nuovi casi

nac%20carabinieri_0.jpg

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

‘I controlli straordinari disposti in questo periodo estivo dai Nuclei Antifrodi Carabinieri hanno evidenziato quanto sia importante mantenere alta l’attenzione sul rispetto delle regole nella comunicazione commerciale dei prodotti agroalimentari, in particolare per quanto riguarda il fenomeno dell’‘italian sounding’ e del falso Made in Italy. Questi comportamenti scorretti creano un danno, non solo d’immagine, che per il nostro sistema agroalimentare può essere estremamente grave. È dunque fondamentale intervenire con controlli rigorosi per tutelare consumatori e produttori onesti’.

Lo ha detto il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Mario Catania commentando i risultati delle ultime operazioni realizzate dai Carabinieri del Comando Politiche Agricole e Alimentari che hanno portato a una serie di ingenti sequestri, tra i quali quello di 2600 litri di olio extravergine d’oliva con etichettature ingannevoli, di cinque tonnellate di prodotti con falsi marchi Dop e di 200 tonnellate di fitofarmaci illegali, accertando violazioni per oltre 16 milioni di euro.

I Nac hanno inoltre segnalato all’Antitrust pratiche commerciali ingannevoli su prodotti alimentari di largo consumo e hanno attivato la rete di cooperazione internazionale di Interpol per contrastare la contraffazione del ‘vino Amarone della Valpolicella DOC’ in Danimarca, dove sono state commercializzate delle bottiglie la cui etichetta “clonava” quella di una nota azienda veneta.

 

Seguici sui social






Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ