Ecco le acque più cristalline del mondo

Valle-Verzasca.jpg

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Un sito americano per nababbi (therichest.com), specializzato in classifiche mondiali riguardanti località, personaggi, auto e quant’altro, ha messo in fila, a fine agosto, subito ripreso da alcuni giornali europei, le 15 località (di oceano, di mare, di lago, di fiume) con le acque più limpide del mondo. Il dato è curioso e non lontano dalle nostre attenzioni, anche se il punto di vista è diverso. La fonte è mediamente attendibile.

Ebbene le 15 localià, sparse un po’ in tutto il mondo, comprendono, per fortuna, anche un sito europeo e tre siti mediterranei e – tra questi ultimi – un sito italiano, la Sardegna. Gli altri siti mediterranei sono Bodrum, in Turchia, e Marsa Matrouh in Egitto, mentre quello europeo è Valle Verzasca, in Svizzera. Ma vediamo la classifica.

Vi troviamo Linapacan Island, nella provincia di Palawan, nelle Filippine, più che un’isola un arcipelago di piccole isole con spiagge incontaminate; le Maldive, nell’Oceano Indiano, anche se affollate spesso da troppi turisti; il cristallino Peyto Lake, in Canada, nel Banff National Park sulle Montagne Rocciose; il Crater Lake, nello stato americano dell’Oregon, specchio d’acqua in uno scenario incontaminato che dà il suo nome a un Parco naturale tra i più belli d’America; l’isola Holbox in Messico, penisola dello Yucatan, con i suoi vasti spazi ventosi; Cayos Cochinos in Honduras, le acque forse più incontaminate dei Caraibi; Rio Azul in Argentina ovvero Fiume Azzurro, con acque che scendono purissime dalle Ande; Playa Blanca in Colombia, a 45 minuti da Cartagena, un luogo magico e appartato; Bodrum in Turchia, dove le barche sembrano sospese sull’acqua tanto è trasparente, è la vecchia Alicarnasso, una delle sette meraviglie del mondo antico; la Sardegna come insieme, soprattutto per i suoi luoghi più appartati e autentici; Valle Verzasca in Svizzera, con le acque che, attraversate gole scoscese e selvagge, danno vita al Lago Maggiore; Pupu Spring in Nuova Zelanda, un luogo magico della popolazione nativa dei Maori; Wineglass Bay in Australia, meglio Tasmania, parte del Parco nazionale di Freycinet; Belo Sur Mer, Madagascar, con le sue isole vergini avvolte dall’Oceano Indiano; infine Marsa Matrouh, Egitto, non lo scontato Mar Rosso ma la costa mediterranea a ovest di Alessandria, il meglio della costa egiziana.

 

Seguici sui social








Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ