Crackers riso e mais di Riso Invernizzi, leggeri e sfiziosi

STANDARD PER SITO GREENPLANET (91)

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Quando sopraggiunge un certo languorino e non si vuole eccedere nelle calorie, arrivano a proposito i Crackers Riso e Mais di Riso Invernizzi, che oggi, con piacere, valutiamo nell’immancabile prova di L’Assaggio di GreenPlanet. La Riso Invernizzi SpA di Novara è un’azienda familiare, sorta dalla centenaria tradizione di un piccolo mulino e diventata produttrice di tutte le varietà di riso italiane, comprese alcune qualità di riso esotico e, dal 1995, attiva anche nella coltura di riso biologico. I Crackers di Riso e Mais Invernizzi sono ottenuti da farine di cereali biologiche: 50% di farina di riso e 49% di farina di mais, con l’aggiunta di sale marino. Sono privi di glutine e lievito. Non fritti, sono ottimi e sfiziosi sostituti del pane. Il processo di lavorazione permette di mantenere inalterate le proprietà organolettiche delle materie prime, che rendono questo prodotto leggero, croccante e digeribile. Inoltre, la totale assenza di grassi animali rende i Crackers Bio adatti a tutte le età e ad ogni regime alimentare. Il packaging, con involucro plasticato, dal colore del mais, contiene 10 pratiche monoporzioni che mantengono intatte nel tempo la naturale freschezza dei 4 crackers.

Ogni porzione, da 15 grammi, fornisce 56 kcal. Il prodotto viene venduto nella GDO al prezzo di 1,50 euro circa. Della stessa gamma anche le varianti: Riso 100%; Riso e Farro; Kamut, Riso e Mais.

Una prova assaggio che rispecchia il giudizio finale, attestante un 5 pieno, il nostro massimo. 

Da gustare come merenda in ogni occasione, dal lavoro al tempo libero, o come snack fragrante e dietetico, gradito anche nell’accompagnare leggeri aperitivi o spuntini veloci.

Crackers Bio per sentirsi leggeri, ma contemporaneamente ci sostengono con tutta l’energia dei cereali.
Stefania Tessari 
LA VALUTAZIONE. Prodotti di scarsa qualità o di tracciabilità incerta non sono presi in considerazione. La valutazione da 1 a 5 ha il seguente significato: valutazione 1 significa che il prodotto è giudicato di qualità complessiva sufficiente; valutazione 2 qualità complessiva più che sufficiente; valutazione 3 qualità complessiva buona; valutazione 4 qualità complessiva ottima; valutazione 5 qualità complessiva eccellente. Per qualità complessiva si intende la somma dei fattori della qualità intrinseca (caratteristiche organolettiche, gusto, sapore, salubrità) e della qualità estrinseca (filiera garantita, imballaggio compostabile, chiarezza dell’etichetta, altro).

Seguici sui social

 






Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ