Continua il sostegno di Germinal Bio al progetto Bee my Future

STANDARD PER SITO GREENPLANET (8)

Condividi su:

Facebook
Twitter
LinkedIn

Continua anche nel 2023 l’impegno di Germinal Bio a sostegno del progetto Bee my Future di LifeGate, per tutelare le api e la biodiversità. Dal 2020 ad oggi, l’azienda veneta, che fa della sostenibilità alimentare e ambientale la propria mission, appoggia questa iniziativa di apicoltura biologica per contribuire ad un futuro dove ancora sentire “la danza delle api”.

I dati sullo stato di salute di questi insetti, del resto, non sono confortanti dato che, a livello globale, circa il 40% delle specie di impollinatori è a rischio estinzione, in modo particolare api selvatiche e farfalle. Inoltre, solo in Italia, la produzione di miele nel 2022, fortemente intaccata dalla siccità e dagli eventi climatici estremi che hanno compromesso le fioriture, è stata inferiore in media del 40%  rispetto al potenziale produttivo (Fonte: Coldiretti, 27/08/2022).

Germinal Bio, in quanto realtà dal “credo biologico” condivide il modello di apicoltura bio in ambiente urbano, come nuova frontiera per la tutela delle api e della biodiversità. Il progetto Bee my Future si basa, infatti, su un sistema di accoglienza delle api a pochi chilometri dalle città di Roma e Milano, in ambienti ricchi di biodiversità e lontani da pesticidi chimici di sintesi, tra i principali responsabili della morte delle api e degli insetti impollinatori. Inoltre, il sistema di biomonitoraggio non invasivo è in grado di restituire dati importanti sullo stato di salute delle api.

“Noi tutti siamo consapevoli di come l’attività delle api e la salute dell’essere umano siano due destini incrociati: se continua la moria di questi insetti impollinatori andremo a perdere la produzione di frutta, verdure, noci e altri alimenti alla base di una sana alimentazione” – dichiara Emanuele Zuanetti, fondatore e CEO del Gruppo Germinal.

“Siamo attori protagonisti di un equilibrio sempre più precario che va tutelato con grande sensibilità, attraverso nuovi modelli di consumo e più efficienti paradigmi di produzione. Come azienda, ci siamo organizzati per essere di minor impatto possibile sull’ecosistema e per sostenere progetti costruttivi come quello di LifeGate” – ha concluso Zuanetti.

Con Bee my Future, Germinal Bio sostiene la tutela e l’allevamento di arnie in contesti urbani, secondo le linee guida del biologico, grazie al lavoro di esperti apicoltori hobbisti, selezionati da LifeGate e da A.P.A.M. – Associazione Produttori Apistici della Provincia di Milano.

Il contributo al progetto prevede l’acquisto degli sciami di api, delle attrezzature necessarie, come le arnie e gli indumenti di protezione per l’apicoltore, le continue attività di assistenza tecnica all’apicoltore, la verifica e il monitoraggio delle attività e del loro stato di salute, nonché la produzione di miele.

Germinal Bio prosegue, così, il suo percorso a sostegno della biodiversità, confermandosi un esempio virtuoso di fare impresa attraverso azioni continuative, misurabili e coerenti con il proprio DNA.

Fonte: Ufficio Stampa Germinal Bio

Seguici sui social

Notizie da GreenPlanet

news correlate

Probios, ecco le nuove Keto Ganole

Iniziare la giornata con un mix di gusto e benessere a basso contenuto di carboidrati? Probios, azienda leader nel biologico certificato dal 1978, dà il

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ