Cleca, “Biosun S.Martino” è il nostro contributo biologico in cucina

Barbara Compagnoni

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Il Bio? Il futuro. Parola di Cleca SPA. “Da sempre il leitmotiv è raggiungere tutti i consumatori, ampliando le nostre linee verso i nuovi trend di mercato”, sono le parole di Barbara Compagnoni, Marketing e Communication Manager di Cleca. L’azienda si San Martino Dall’Argine (in provincia di Mantova) ha interpretato il bisogno di una parte di consumatori già 15 anni fa, dedicando al mercato biologico il marchio “Biosun S.Martino”. E il futuro cosa riserva? “Bisogna saper cogliere ogni sfumatura  per poter essere pronti a soddisfare le nuove generazioni, solo così un’azienda può durare nel tempo”.

Abbiamo chiesto a Barbara Compagnoni come Cleca intenda il biologico e la sostenibilità.

– Quando, come e perché nasce la storia della vostra realtà? 
“Cleca nasce nel 1939 dall’intuizione del fondatore Clearco Cantoni  circa l’importanza di creare, negli anni ’30, prodotti alimentari per aiutare le persone in cucina. Prima il lievito Antica Ricetta, a base di cremore di tartaro e tuttora in produzione, quindi i preparati per budino e i dadi da brodo. Nel 1965, nel pieno del boom economico, sorge il sito industriale che permetterà all’azienda di fare il salto economico e commerciale.

– Parliamo di bio: da dove nasce la volontà di dedicarsi a questo mercato?
“Già più di 15 anni fa ci siamo accorti dell’interessa di una piccola parte di consumatori nei confronti di prodotti privi di additivi e più in linea con il pianeta. Per questa ragione, i nostri primi prodotti biologici nascono in quel periodo. Man mano, credendo in questo mercato, abbiamo ampliato la linea aggiungendo ogni anno prodotti nuovi”.

– Cosa si trova nel vostro catalogo commerciale biologico?”
Affrontiamo il mercato biologico con il marchio “Biosun S.Martino”. Abbiamo lieviti, amido di mais, amido di riso, fecola, crema pasticciera, cacao, gocce di cioccolato. Tra i preparati per dessert: budino al cioccolato, budino alla vaniglia, crème caramel, panna cotta, amor di frutta l’unico budino da preparare con succo di frutta. Muesli, granole, barrette e preparato per cioccolata calda. Dadi e brodi granulari”.

– Come vi ponete rispetto al biologico?
“Il biologico è sicuramente il futuro. Continueremo a presidiare il mercato cercando di innovare”.

– Quali sono i vostri canali di vendita?
“Siamo presenti in tutti i canali di vendita, ma siamo soprattutto presenti in tutta la GDO. Dato che siamo produttori di lieviti, ingredienti per la pasticceria, preparati per dessert, le nostre vendite sono cresciute moltissimo sia on che off line. Il nostro shop online ha avuto un grosso incremento di fatturato”.

– Come vedete gli sviluppi del mercato del Bio più in generale? 
“Noi crediamo nel mercato biologico anche se vediamo che i nostri prodotti sono molto stabili. Sicuramente il mercato si allargherà ma su prodotti freschi”.

– Cosa fate per preservare l’ecosostenibilità? 
“Stiamo studiando nuovi pack più sostenibili, produciamo con energia sostenibile e stiamo affrontando la certificazione ambientale”.

– Quali sono i vostri obiettivi futuri? Avete progetti in cantiere? 
“Il nostro obiettivo è essere al passo con i tempi: seguendo le nuove scelte alimentari con un occhio alla sostenibilità”.

Stefania Tessari

Seguici sui social

Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ