Cedior entra nel biologico con la linea Elisir Bio

STANDARD PER SITO GREENPLANET (1)

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Cedior, azienda leader nel commercio all’ingrosso del settore ortofrutticolo, fa il suo ingresso nel biologico con il lancio della nuova linea di prodotti a marchio Elisir Bio.

La scelta riflette un bisogno crescente di prodotti di qualità e di origine controllata, manifestato concretamente con l’incremento degli acquisiti in carrello. In pochi anni, infatti, il consumo di prodotti organici ha registrato una percentuale sempre maggiore sulla spesa totale degli italiani (vendite alimentari Bio +5% rispetto al 2020 (– Fonte: Osservatorio SANA 2021 curato da Nomisma), seppure con un notevole divario tra l’ortofrutta e le altre categorie merceologiche (secondo la stessa indagine, le vendite relative all’ortofrutta ammontano al 12% del totale).

Giulio Gargani, Project Manager di Elisir Bio, ha spiegato “Il gap tra volumi di acquisto relativi all’ortofrutta e ad altre categorie merceologiche è motivato da un differenziale di prezzo ancora troppo elevato tra il prodotto convenzionale e il suo analogo biologico. L’obiettivo di Cedior è colmare questo divario, trasformando l’ortofrutta biologica da prodotto di nicchia a valida alternativa al prodotto convenzionale”.

Grazie a relazioni decennali con fornitori di fiducia, la gamma Elisir Bio sarà in grado di allineare la continuità di prodotto a quella delle produzioni convenzionali. Inoltre il centro di confezionamento di Zelo Buon Persico, tra i più all’avanguardia e flessibili sul mercato, renderà possibile la gestione operativa di progetti tailor made, rispondenti a specifiche esigenze del cliente su formati, quantitativi di produzione e completezza dell’assortimento.

Gianluigi Cugini, CEO di Cedior, ha aggiunto “La nostra mission è da sempre quella di portare la qualità in tavola tutti i giorni. In quest’ottica abbiamo deciso di selezionare specifici fornitori per dar vita alla nostra linea BIO, che siamo sicuri possa conquistare e soddisfare un numero crescente di consumatori consapevoli ed esigenti.”

Fonte: Il Corriere Ortofrutticolo

Seguici sui social




Notizie da GreenPlanet

news correlate

Anche in Trentino crescono i vigneti bio

Nell’incontro annuale della Fondazione Edmund Mach, nella sede di San Michele all’Adige, in Trentino, è stato evidenziato che il consumo di vino biologico a livello mondiale è più

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ