“Autoritratto dell’immondizia” a Ecomondo

libro_0.jpg

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

"È uno dei libri più belli che abbia mai letto: un libro di storia che mostra qual è l’impatto dell’igiene su ciascuno di noi".

La presentazione di Claudio Galli, amministratore delegato di HERAmbiente, al libro di Lorenzo Pinna "Autoritratto dell’immondizia" (Editore Bollati Boringhieri) è piena di entusiasmo.

Non è vero che nei secoli scorsi il problema rifiuti fosse meno grave di oggi, tutt’altro.

"Non dobbiamo dimenticare cos’erano le nostre città prima dell’epoca moderna e della realizzazione di un moderno sistema fognario", sottolinea Pinna, intervenuto questa mattina nel corso dei Caffè Scienza di ECOMONDO, la manifestazione che sta chiudendo questa sera a Rimini. Ai nostri giorni il problema viene affrontato a livello industriale. Dove ciò non accade, cominciano i guai. "Non dimentichiamo", gli ha fatto eco l’amministratore delegato di HERAmbiente, "che alla fine degli anni ’80 a Rimini facevamo festa perché superavamo il 10% di rifiuti differenziati. Oggi superiamo il 60%. Dove esistono le emergenze è perché manca una cultura ambientale". "La sfida di oggi", ha avvertito ancora Pinna, "non è tanto un problema tecnologico: basta farsi un giro per ECOMONDO per scoprire a che livello elevato siamo arrivati. Semmai è una questione di decisioni politiche e amministrative. E da questo punto di vista il nostro secolo ci dirà cosa siamo capaci di fare: non dimentichiamo infatti che nel 2050 oltre il 70% della popolazione vivrà nelle grandi città e che proprio qui sta la sfida più grande nel campo dell’igiene". 

©GreenPlanet.net – Riproduzione riservata

Seguici sui social








Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ