Anche Mosca ha scoperto la moda green

eco%20fashion%20week.jpg

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Upcycle, re-use, eco, bio: parole che ormai sono entrate a far parte della quotidianità e che, sapientemente interpretate, hanno dato avvio a un percorso dagli esiti sempre più interessanti ed estesi a livello globale. Moltissimi ambiti creativi ne hanno fatto la loro bandiera, pena l’esclusione da un’ondata di ricodificazione green dai risvolti etici ed estetici che non accenna a stemperarsi.

E se è dal mondo della moda che spesso arrivano segnali chiave per captare i cambiamenti del nostro tempo e il modo in cui intimamente li recepiamo, non ci è sfuggita la recentissima ‘vocazione alla sostenibilità’ da parte di un Paese che, fino ad ora, non si era mai mostrato particolarmente sensibile al fascino green: la Russia.

Si è conclusa il 10 giugno, infatti, la prima Eco-fashion Week di Mosca presso il Giardino Botanico dell’Università Statale, un evento che segna una tappa significativa nella marcia della moda sostenibile attraverso culture e mercati così diversi.

La rassegna rappresenta il compimento di un programma d’azione iniziato già da qualche anno dal movimento ecologista russo Eka (responsabile nel 2011 del weekend dedicato all’eco-moda ‘Passiamo al verde’).

Più di 20 designer hanno contribuito alla sfilata simbolo dell’evento, presentando veri e proprio abiti-insegna della sostenibilità (dal trionfo del verde e degli elementi organici, al riuso di componenti tecnologiche). Interessante notare quali siano le declinazioni della moda green che i giardini di Mosca hanno ospitato sulle passerelle installate tra serre ed esplosioni di fiori: la Russia dal gusto estetico esuberante e chiassoso (ben diverso, per esempio, dalle più sobrie e rigorose espressioni degli olandesi) è protagonista anche quando si parla di sostenibilità, a testimonianza di come la moda si possa considerare al pari di qualsiasi linguaggio, con una sua grammatica, un suo vocabolario, persino un suo slang. (fonte: EcoArea Better Living) 

 

Seguici sui social

 






Notizie da GreenPlanet

news correlate

In diretta da B/Open

“A livello nazionale è indispensabile promuovere una catena incentivante per aumentare i consumi biologici”. È quanto ha dichiarato il sottosegretario al Mipaaf, Francesco Battistoni, intervenendo al convegno

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ