Alle Olimpiadi le mozzarelle della legalità

Schermata%2007-2456134%20alle%2008.57.01_0.png

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

 A Londra per i Giochi Olimpici ci sarà anche la mozzarella di bufala campana Dop, che ogni giorno gareggerà, per sapore e qualità, con gli altri prodotti tipici nazionali, offerti ai frequentatori di Casa Italia, la struttura gestita dal Coni nel centro di Londra a due passi da Westminster Abbey, dove converranno ogni giorno rappresentanti istituzionali, atleti azzurri, giornalisti, vip. Casa Italia sarà, come è tradizione, sede di incontri, conferenze stampa, premiazioni, presentazioni e nel prestigioso complesso denominato The Queen Elizabeth II Conference Centre sarà operativo ogni giorno un ristorante che servirà specialità italiane, tra cui, appunto, la mozzarella di bufala campana, l’unica a marchio Dop.

L’invio quotidiano (escluso sabato e domenica) del tipico prodotto campano si deve all’iniziativa del Comitato Provinciale Coni di Caserta, d’intesa con la Provincia di Caserta, la Camera di Commercio e il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop. Il progetto vedrà impegnati numerosi caseifici di Terra di Lavoro, tra cui molto significativa la partecipazione della cooperativa ‘Le terre di Don Peppe Diana-Libera Terra’, che produce mozzarella Dop in una struttura confiscata alla camorra a Castel Volturno, con lo slogan ‘Il giusto gusto della mozzarella’, come sottolineato dal vicepresidente della cooperativa, Teodosio Perone. Il primo invio sarà proprio quello delle ‘mozzarelle della legalità’ prodotte da Libera.

Già da giovedì 26, giornata ufficiale di apertura di Casa Italia in vista della cerimonia inaugurale dei Giochi venerdì 27, è proprio la mozzarella di Libera a rappresentare Terra di Lavoro sulla tavola dei più significativi ‘sapori’ italiani, preparata dai cuochi emiliani provenienti dalle zone terremotate.

‘Già ad Atene per i Giochi Estivi del 2004 e a Torino per i Giochi Invernali del 2006 – ricorda Michele De Simone, presidente del Comitato Provinciale Coni Caserta – rifornimmo Casa Italia con la mozzarella di bufala grazie all’intesa con Camera di Commercio e Consorzio, a Pechino nel 2008 non fu possibile essere presenti per l’oggettiva lontananza della sede e l’impossibilità di garantire in tempi ragionevoli il corretto arrivo del prodotto. Ma stavolta la vicinanza ci favorisce anche perché Londra è servita quotidianamente da arrivi di mozzarella dai caseifici casertani, venduta anche nei prestigiosi grandi magazzini Harrods’.

‘Abbiamo accolto di buon grado la sollecitazione del Coni – spiega Tommaso De Simone, presidente della Camera di Commercio di Caserta – e con il Consorzio ci siamo fatti carico degli oneri relativi alla promozione ed al trasporto. Siamo certi che la bontà del prodotto, già collaudata in altre occasioni, contribuirà a rilanciare l’immagine del nostro territorio, peraltro già splendidamente rappresentato sui campi, nelle piscine e nelle palestre olimpiche dai nostri meravigliosi atleti, da cui ci aspettiamo significativi risultati’.

 

Seguici sui social






Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ