Ragù 100% vegetale Germinal Bio: sapore e corposità in vasetto

COVER PER RUBRICHE (31)

Condividi su:

Facebook
Twitter
LinkedIn

Davvero un buon ragù e davvero tutto vegetale! Oggi la prova de L’Assaggio racconterà il Ragù 100% vegetale Germinal Bio: un prodotto che offre una valida alternativa al classico ragù di carne e un nuovo condimento per un gustoso primo piatto.

Germinal Italia, da quarant’anni, produce esclusivamente alimenti biologici e salutistici, rispettando l’ambiente, grazie ai fornitori e partner che condividono l’impegno alla sostenibilità. Tutte le materie prime sono coltivate senza l’utilizzo di prodotti chimici di sintesi, senza coloranti, conservanti, additivi e OGM. Pochi ingredienti per questo ragù, ma semplici e genuini: pomodoro, farina di soia parzialmente sgrassata, vino bianco, olio extravergine di oliva, carote, cipolle, sedano e sale marino. 76 kcal per 100 grammi di prodotto.

Ne si apprezza la grana che ricorda anche nell’aspetto del ragù di carne. È un’ottima proposta per la cucina vegana e vegetariana. Il vero pomodoro italiano la fa da padrone in questo sugo vegetale.

Il packaging è un variopinto vasetto di vetro che contiene 280 grammi di prodotto. Una volta aperto, il contenuto deve essere conservato in frigorifero e consumato entro breve tempo. Si consiglia di integrare, prima di impiattare, con un filo d’olio e qualche fogliolina di rosmarino sminuzzato.

È possibile acquistare questo sugo nella GDO, ad un prezzo si aggira attorno ai 3,20€.

Sapore e corposità rendono questo prodotto meritevole del massimo dei voti: 5/5.

Dalla missione Germinal “nutrire la tua salute… con gusto”, giunge sulla nostra tavola un saporito ragù, tutto biologico e vegetale.

Stefania Tessari

Seguici sui social

Notizie da GreenPlanet

news correlate

L’abbaglio dei carabinieri forestali

In relazione all’articolo “Biscotti dalla dicitura ingannevole, multa ad un noto marchio bio”, il nostro lettore Roberto Pinton ci invita a pubblicare una nota, che

Nella GDO la sfida da vincere

Avvio questa mia column su Greenplanet con l’intenzione di creare un piccolo spazio di riflessione, aperto al dialogo se qualche lettore lo vorrà. Partiamo da

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ