Progressi sul regolamento bio al Consiglio europeo

Andrea%20Oliviero%20foto_0.jpg

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Si è tenuto a Bruxelles l’11 maggio il Consiglio europeo dei Ministri dell’agricoltura, a cui ha partecipato il viceministro dell’Agricoltura Andrea Olivero. Nel corso dei lavori è stata discussa la proposta di compromesso presentata dalla presidenza lettone al fine di pervenire ad un accordo sulla proposta di regolamento per la produzione biologica della Commissione.

Durante la discussione – si legge in un comunicato del ministero dell’Agricoltura – sono stati registrati progressi ed è obiettivo della delegazione italiana trovare un accordo su un nuovo testo, che tenga conto delle richieste sui limiti delle sostanze non autorizzate e sull’effettuazione dei controlli, nel corso del prossimo Consiglio dei ministri, previsto per il mese di giugno.

“Sono stati compiuti dei progressi – ha commentato il viceministro Olivero – e cercheremo di raggiungere il consenso su tutto il testo, un provvedimento su cui abbiamo lavorato e contribuito molto nel corso del semestre di presidenza italiana. Il settore del biologico è per il nostro Paese di rilevante importanza e per tale ragione la nostra attenzione è e continuerà ad essere alta su questo dossier.

In questo contesto abbiamo sottolineato l’importanza di migliorare il quadro normativo esistente nell’interesse dei produttori assicurando, nel contempo, maggiore trasparenza e fiducia ai consumatori, in linea con le nostre priorità”.

Durante il Consiglio sono state anche adottate conclusioni della presidenza sul tema della semplificazione della PAC e la Commissione ha annunciato la propria intenzione di intervenire in alcuni settori specifici.

“In questo quadro, guardiamo con favore alla volontà della Commissione di semplificare le regole per le Aree di interesse ecologico, soprattutto per i piccoli agricoltori”, ha sottolineato Olivero.

Infine, la delegazione italiana ha sostenuto la proposta slovena di chiedere all’ONU di istituire una “giornata mondiale delle api” per sottolineare l’importanza dell’apicultura, proposta che ha raccolto il favore del Consiglio.

 

Seguici sui social






Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ