Nocciole bio, i media internazionali accendono i riflettori sulla Tuscia

STANDARD PER SITO GREENPLANET - 2021-09-13T222302.475

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Puntare tutto sulle coltivazioni bio o seguire la produzione su larga scala? Passato un po’ in sordina in Italia, il dilemma sulla produzione o meno di nocciole bio sta tenendo banco sulle maggiori testate internazionali, portato agli onori della cronaca prima dal Financial Times poi dal sito di Fortune e, a cascata, dalla televisione pubblica tedesca Zdf, da alcuni giornali francesi, olandesi e svedesi, fino alla tv austriaca.

Curioso il fatto che tutti i reporter abbiamo scelto come punto di riferimento per le proprie inchieste il Biodistretto della Via Amerina, nella bassa Tuscia, dove la produzione di nocciola bio sta via via espandendosi fino ad essere considerata l’alternativa alla monocultura, ed è rispreso nei vari servizi giornalistici come esempio virtuoso al contrario di olivi e viti, per cui c’è sempre meno sviluppo.

“Questo interesse – ha dichiarato Famiano Crucianelli, presidente del Biodistretto – nasce dal nuovo clima che c’è in Europa sulla necessità di una transizione ecologica, dal grande allarme internazionale sul cambiamento climatico e dalla consapevolezza che i sistemi di produzione agricola sono fondamentali per contrastare l’anidride carbonica in atmosfera. Se tanti mezzi di comunicazione europei ed americani hanno chiesto di parlarci, e di venire nel nostro territorio, è perché da dieci anni il Biodistretto sta affrontando il tema di un’agricoltura che sia realmente sostenibile, libera dall’abuso della chimica di sintesi e di quei pesticidi che inquinano la natura, danneggiano la salute e compromettono il futuro delle nostre terre”.

Tanta attenzione apparentemente per un caso virtuoso ha tuttavia attirato l’interesse di Report, la trasmissione di Rai Tre diretta da Sigfrido Ranucci, che ha in cantiere un’inchiesta di Bernardo Iovene e che nei giorni scorsi ha inviato una troupe sul posto per indagare sui finanziamenti dell’UE ai produttori di nocciole.

La Redazione

Seguici sui social






Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ