Inaugurata la nuova Città dell’Altra Economia

citt%C3%A0%20dell%27altra%20economia_0.jpg

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Nel cuore di Roma uno spazio dedicato alla promozione dell’Altra Economia, un luogo in cui incontrarsi, informarsi, scoprire le imprese del settore, vedere in esposizione e comprare prodotti biologici, equo e solidali, di riciclo o riuso. Un luogo in cui si possa liberamente usufruire di aree espositive e dedicate al divertimento e allo svago.

 

Tutto ciò è la Città dell’Altra Economia, uno spazio sano, aperto e inclusivo unico in Italia e in Europa. Chi ha seguito la storia della CAE fin dalla sua fondazione, nel 2007, conosce le condizioni di incertezza che l’hanno accompagnata. Con la nuova Città dell’Altra Economia è arrivato il momento – si sostiene all’interno di AIAB, l’associazione che è capofila della gestione dell’iniziativa – di smettere di discutere su come potrebbe essere il progetto e su quali sarebbero le sue grandi potenzialità, per passare all’azione, rendendo concreti i progetti e realizzandone le potenzialità.

La nuova Città dell’Altra Economia riunisce imprese, associazioni e cittadini che credono nella necessità e nella possibilità di una economia diversa. Il Consorzio CAE, vincitore del bando di Roma Capitale, gestirà per i prossimi 6 anni gli spazi, i servizi e le attività della Città dell’Altra Economia ed è composto appunto da AIAB, Associazione italiana per l’agricoltura biologica, dalla Cooperativa Sociale 29 giugno, dalla Cooperativa Agricoltura Nuova e dalla Cooperativa Sociale Integra.

Oltre ai componenti del consorzio, alla CAE sono insediate altre imprese che, con la loro attività, ne rafforzano l’offerta, realizzando buone pratiche di economia responsabile e partecipata. Gli ‘abitanti’ della città sono il rinnovato negozio dei produttori biologici SpazioBio, il bar Café Boario e il ristorante Campo Boario, che propongono cibi e bevande realizzati con prodotti bio e a km zero, la libreria-ludoteca TanaLIBeRITutti, la bottega del commercio equo e solidale Solidale Romano, l’erboristeria Le Rose di Maggio, la cicloofficina Ciclò, la sartoria Made in Testaccio, il punto NeòShop con borse, gioielli e oggetti di arredamento in neoprene, il Consorzio Fattorie Sociali con le sue produzioni, l’Emporio Sociale dedicato all’arte solidale e al mangiare sano e responsabile, la cooperativa culturale La Barraca, Archimeden, società operante nel settore delle energie rinnovabili per la bioagricoltura, e NBG Cons, consulenti per soluzioni di bioedilizia.

L’inaugurazione è avvenuta la settimana scorsa e sono stati in molti a partecipare e condividere questa nuova avventura. ‘Questo ci fa ben sperare – si sostiene in AIAB – e ci carica di ancora maggiori responsabilità, le attese e le aspettative rispetto a questo luogo sono molto alte, con l’aiuto di tutti, speriamo di farcela’.  

 

Seguici sui social






Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ